sabato 25 febbraio | 06:23
pubblicato il 02/ago/2014 12:00

Renzi: Per problema migranti dobbiamo risolvere problema Libia

Siamo qui in Egitto anche per questo

Renzi: Per problema migranti dobbiamo risolvere problema Libia

Roma, 2 ago. (askanews) - Per risolvere il dramma dei migranti che giungono in Italia bisogna risolvere il problema della Libia: lo ha detto il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, in visita al Cairo dove ha incontrato il presidente Abdel Fatah Al Sisi. "Il 97% dell'immigrazione clandestina che arriva in Italia viene dalla Libia. Possiamo fare tutti gli slogan del mondo: se vogliamo risolvere il problema dell'immigrazione dobbiamo risolvere il problema della Libia" ha detto Renzi. "Siamo qui anche per questo, con il presidente di un paese che ha 1.200 chilometri di frontiera con la Libia e conosce meglio di noi il problema". Da parte sua, Al Sisi ha osservato che "la gente emigra per migliorare le proprie condizioni di vita e quindi lottare contro la povertà nel paese d'origine significa lottare a lungo termine contro l'immigrazione".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Centrosinistra
D'Alema: con Orlando segretario Pd si riaprirebbe dialogo
Ncd
Alfano: i moderati tornino uniti contro il populismo
Governo
Guerini: assurdo legare data primarie Pd a elezioni politiche
Campidoglio
Grillo: forza Virginia, giornalisti rispettino privacy Raggi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech