martedì 21 febbraio | 06:54
pubblicato il 01/dic/2014 20:18

Renzi: Pd discuta, ma si riabitui a capacità di stare insieme

Astensionismo alle regionali non è colpa del Jobs act

Renzi: Pd discuta, ma si riabitui a capacità di stare insieme

Roma, (askanews) - Il Pd deve discutere ma mantenendo la capacità di arrivare ad una "valutazione condivisa", proprio "come accaduto sul Jobs act", secondo Matteo Renzi. Parlando alla direzione del partito, il presidente del Consiglio ha detto: "Con tutte le discussioni tra di noi, non posso nascondere che in questi giorni si è registrato un fatto molto importante nel Pd: c'è stata una discussione, anche molto accesa tra di noi, poi si è arrivati ad approvare alla Camera il Jobs act, frutto di un lavoro comune e condiviso".

Ha aggiunto Renzi: "Se vogliamo un partito che sia davvero a vocazione maggioritaria dobbiamo riabituarci - Guerini direbbe alla sintesi, al compromesso - io dico alla capacità di stare insieme, tenendo insieme anche idee diverse ma arrivando poi a

una conclusione, a una valutazione condivisa. Questo è accaduto

sul Jobs act. Credo debba essere un fenomeno da ritenere normale".

Gli articoli più letti
M5s
Vertici M5s a Roma, possibile incontro Grillo-Raggi in Campidoglio
Pd
Enrico Letta: Pd non può finire così, attonito da cupio dissolvi
Elezioni
Blog Grillo: pazienza italiani ha un limite, lasciateci votare
Pd
Ultime ore per arginare la scissione nel Pd, occhi su Emiliano
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
Verona Fiere, Evoo Days, al via il primo forum per filiera olio
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
Onde gravitazionali, inaugurato a Cascina l'Advanced Virgo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia