domenica 26 febbraio | 09:40
pubblicato il 12/giu/2014 12:00

Renzi: Pd a un bivio, non posso lasciare futuro Paese a Mineo

Non ho preso il 41% per questo. E "40,8" sarà sfondo assemblea Pd

Renzi: Pd a un bivio, non posso lasciare futuro Paese a Mineo

Pechino, 12 giu. (askanews) - Il Partito democratico è a un bivio: non ho preso il 41% per lasciare il futuro del Paese in mano a Corradino Mineo. Così il presidente del Consiglio e segretario del Pd, Matteo Renzi, ha commentato lo scontro interno al partito con l'autosospensione di tredici senatori dopo la sostituzione di Corradino Mineo in commissione Affari costituzionali del Senato. Un concetto, questo della responsabilità che è ora in capo al Pd dopo il risultato delle europee, che Renzi enfatizzerà anche nella assemblea del partito in programma per sabato che prevede come scenografia un enorme "40,8" come sfondo dietro l'oratore.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Errani lascia Pd: ora nuova avventura, ma ci ritroveremo
Sinistra
Lavoro, scuola, ambiente: abito classico per la sinistra ex Pd
Pd
Pd, Rosato: carte bollate? Emiliano si occupi di contenuti
Governo
Napolitano: equilibrio Gentiloni punto fermo da salvaguardare
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech