venerdì 24 febbraio | 14:07
pubblicato il 15/dic/2014 13:47

Renzi: Paese non si rassegni, inaccettabile non giocare partita

"L'Italia sembra troppo spesso rassegnata"

Renzi: Paese non si rassegni, inaccettabile non giocare partita

Roma, (askanews) - L'Italia appare "troppo spesso rassegnata" e invece "ha tutte le carte" per "giocare la propria partita". Sarebbe "inaccettabile" non farlo. Lo ha detto il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, parlando al Coni in occasione della consegna dei Collari d'oro al mondo dello sport.

Renzi, rivolgendosi agli atleti presenti nel Salone delle cerimonie del Coni e al padrino e alla madrina dell'iniziativa, Alex Zanardi e Federica Pellegrini, ha osservato che "c'è bisogno di aiutare lo sport ad aiutare l'Italia" che ha tutte le caratteristiche per poter vincere "la sua medaglia d'oro". "Il nostro Paese troppo spesso sembra rassegnato - ha spiegato il presidente del Consiglio -, aver ridotto la propria ambizione, può succedere di perdere ma non è accettabile non giocare la partita, stare rannicchiati e non fare la partita. I problemi vanno affrontati, non devono impedirci di sognare".

Gli articoli più letti
Sinistra
Scotto: nuova forza di sinistra con ex Pd, con noi 17 ex Si
Ncd
Alfano: i moderati tornino uniti contro il populismo
Ue
Mattarella:Ue ha valore irreversibile, da crisi uscirà più forte
Pd
Nel Pd braccio di ferro su data primarie, Orlando in campo
Altre sezioni
Salute e Benessere
Tribunale malato: per 1 medico su 3 troppo poco tempo per paziente
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Internet of Things: dopo la "nuvola" si studia la "nebbia"
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech