lunedì 27 febbraio | 20:41
pubblicato il 11/apr/2016 13:55

Renzi: Paese che non fa lavorare le donne non è un Paese civile

Il premier allo stabilimento Calzedonia, 80% lavoratrici è donna

Renzi: Paese che non fa lavorare le donne non è un Paese civile

Roma, (askanews) - "Un grazie in particolare alle donne, che sono la stragrande maggioranza qui dentro. La percentuale di donne che lavorano (a Calzedonia) è l'80%. Lo dico qui a Verona nel cuore di un'azienda che continua a fare grandissimi numeri: abbiamo una gigantesca questione sull'occupazione femminile, soprattutto al sud, e finché un paese non fa lavorare le donne non può dirsi un paese civile e finché noi continuiamo ad avere un meccanismo per il quale alle donne è proibito tenere insieme maternità e carriera, maternità e professione, maternità lavoro, quel paese non è un paese serio. Dobbiamo lavorare su questa situazione tutti insieme, non soltanto con gli strumenti di welfare aziendale". Lo ha detto il presidente del Consiglio Matteo Renzi nel corso del suo breve intervento nello stabilimento di Villafranca, in provincia di Verona.

Gli articoli più letti
Centrodestra
Zaia a Berlusconi: io candidato premier? E' una manfrina
Calcio
Renzi: Ranieri tradito dai suoi giocatori, ma tornerà...
Centrodestra
Salvini gela Berlusconi: no a Zaia leader e a doppia moneta
Pd
Renzi: D'Alema non ha mai digerito rospo, scissione Pd colpa sua
Altre sezioni
Salute e Benessere
Malattie rare, Scaccabarozzi: 560 farmaci in sviluppo nel mondo
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Premio Ercole Olivario, in gara 174 etichette da 17 Regioni
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
E.ON:Per 6 italiani su 10 ideale per la casa è l'energia solare
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Fisica, Masterclass: 3000 studenti alla scoperta delle particelle
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech