martedì 17 gennaio | 16:17
pubblicato il 27/ott/2014 20:41

Renzi: non tratto con i sindacati per scrivere le leggi

"Per anni è servito permesso dei sindacati, ma si è sbagliato"

Renzi: non tratto con i sindacati per scrivere le leggi

Roma, 27 ott. (askanews) - "Il governo non scrive leggi trattando coi sindacati". Così il premier Matteo Renzi ha risposto ai sindacalisti che oggi hanno lamentato la mancanza di trattativa al tavolo col governo sulla legge di Stabilità.

Ospite di 'Otto e mezzo', Renzi si è chiesto: "Ma trattare cosa? La cosa veramente surreale è che il segretario della Cgil dica che si debba trattare. Il mestiere del sindacato è trattare con gli imprenditori per salvare posti di lavoro o per un accordo integrativo. Se per anni si è pensato servisse il permesso dei sindacati per scrivere le leggi, si è sbagliato".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Quirinale
Mattarella da oggi in Grecia in visita ufficiale
Nato
Mattarella:Nato straodinariamente importante per pace e sicurezza
Centrodestra
Salvini sfida Berlusconi su leadership. Cav: io ancora decisivo
Conti pubblici
Ue vuole manovra bis Italia, Gentiloni mercoledì da Merkel
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
Vola il mercato dell'auto nel 2016, crescita a due cifre per Fca
Enogastronomia
Nel 2016 consumi alimentari fuori casa +1,1%, domestici -0,1%
Turismo
Nel 2016 Roma è stata la meta italiana preferita dagli europei
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Moda Milano, guardaroba Trussardi per l'uomo s'ispira ai tarocchi
Scienza e Innovazione
Avviata Consulta dei Presidenti degli Enti Pubblici di Ricerca
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Dal 26 marzo al via i nuovi voli da Milano-Malpensa