lunedì 16 gennaio | 16:16
pubblicato il 20/mag/2016 20:26

Renzi: non siamo casta, se perdo referendum riforme vado a casa

"E' un modo di essere seri" e "noi non siamo attaccati a poltrone"

Renzi: non siamo casta, se perdo referendum riforme vado a casa

Roma, 20 mag. (askanews) - E' un fatto di "serietà" dire che il governo si dimetterebbe in caso di sconfitta al referendum costituzionale. Il premier Matteo Renzi lo ha ripetuto al Tg1: "Personalizzazione? No, è un modo di essere seri. Non sono come tuti gli altri, come quelli che si aggrappano alla poltrona".

"Questo referendum è importantissimo, si può decidere se continuare con 930 parlmanetari o ridurli di un terzo, se continuare s pendere un sacco di soldi per la politica o mettere un tetto agli stipendi dei consiglieri regionali". Ha concluso Renzi: "Finalmente la classe politica non è quella del passato, che restava aggrappata alla poltrona. Noi non siamo la casta, siamo in prima linea per cambiare l'Italia ma non quelli degli inciuci".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Bersani: Renzi non ha capito lezione, così si sbatte di nuovo
Centrodestra
Salvini: se Berlusconi preferisce Renzi, meglio soli al voto
Fca
Fca, Delrio: richiesta Germania a Ue del tutto irricevibile
Conti pubblici
Conti pubblici, blog Grillo: Gentiloni e Padoan si dimettano
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
Kawasaki al Motor Bike Expo di Verona dal 20 al 22 gennaio
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella, conto alla rovescia Anteprima Amarone
Turismo
A Singapore la gara di Danza del leone, caccia i cattivi spiriti
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Milano Moda uomo, i quadri viventi di Antonio Marras
Scienza e Innovazione
Rompicapo galattico per telescopio Hubble
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Milano, mobilità sempre più ecosostenibile DriveNow