giovedì 19 gennaio | 18:57
pubblicato il 02/lug/2014 12:00

Renzi: non credo Juncker a rischio, ma basta lezioncine

"Non penso sarà rimesso tutto in discussione"

Renzi: non credo Juncker a rischio, ma basta lezioncine

Roma, 2 lug. (askanews) - "Pittella è il capogruppo dei Socialisti", ma la sua 'minaccia' che mette a rischio la nomina di Juncker alla guida della Commissione Ue non necessariamente verrà attuta: "Non credo sarà rimesso tutto in discussione", dice il premier Matteo Renzi ospite di 'Porta a Porta'. Ribadisce il premier: "L'Italia vivrà il semestre con coraggio e orgoglio. Anche basta alle lezioncine... Le regole le rispettiamo, non sforiamo niente, ma non andiamo col cpallello in mano. Il tempo in cui andavamo a farci fare le lezioncine è finito".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
D'Alema: con Renzi non vinceremo mai, leader e premier nuovi
Pd
Renzi si mette in viaggio in pullman: ripartiamo girando l'Italia
Terremoti
Terremoto, Salvini: il trombato Errani commissario è demenziale
M5s
Grillo lancia il "reddito universale": confronto è su idea futuro
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella: in Usa il 10% della produzione di Amarone
Turismo
Da Bookingfax una App per riportare turisti in Agenzia di viaggio
Energia e Ambiente
Ambientalisti italiani in piazza per Trump
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
Alibaba diventa partner delle Olimpiadi fino al 2028
TechnoFun
Italiaonline si conferma prima internet company italiana
Sistema Trasporti
TomTom City, la piattaforma monitora il traffico in tempo reale