sabato 25 febbraio | 23:44
pubblicato il 16/set/2014 11:32

*Renzi: non consentiamo Eni vada in crisi per avviso garanzia

"Se per voi questa e' una svolta, prendetevi la svolta" (ASCA) - Roma, 16 set 2014 - Il governo rispetta le indagini e le sentenze, ma non e' disposto a consentire che "la prima azienda italiana" venga messa in crisi da "uno scoppo" o da "un avviso di garanzia". Lo ha detto il presidente del consiglio Matteo Renzi parlando alla Camera: "Voglio dire una cosa molto chiara: in queste ore un'azienda, che e' la prima azienda italiana, che e' la ventiduesima azienda nel mondo, e' stata raggiunta da uno scoop, da un avviso di garanzia, da un'indagine. Io dico qui, davanti a voi, che noi aspettiamo le indagini e rispettiamo le sentenze, ma non consentiamo a nessuno scoop di mettere in crisi migliaia di posti di lavoro e non consentiamo a nessun avviso di garanzia, piu' o meno citofonato sui giornali, di cambiare la politica aziendale di questo paese. Se per voi questa e' una svolta, prendetevi la svolta. Ma questo e' un dato di fatto per rendere l'Italia un paese civile".

Adm

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd, Rosato: carte bollate? Emiliano si occupi di contenuti
Sinistra
Lavoro, scuola, ambiente: abito classico per la sinistra ex Pd
Pd
Errani lascia Pd: ora nuova avventura, ma ci ritroveremo
Governo
Napolitano: equilibrio Gentiloni punto fermo da salvaguardare
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech