mercoledì 22 febbraio | 00:15
pubblicato il 21/feb/2016 12:17

Renzi: no ricatti nel Pd, a chi minaccia scissioni dico ciao

'Non accetto si dica: o fate come dico io o me ne vado'

Renzi: no ricatti nel Pd, a chi minaccia scissioni dico ciao

Roma, 21 feb. (askanews) - Matteo Renzi non vuole più accettare "ricatti" nel Pd, è giusto ascoltare tutti e fare mediazioni ma non è possibile che ci sia chi dice "o fate come dico io, o me ne vado. A questi rispondo: ciao". Il premier lo ha detto parlando all'assemblea democratica.

"A chi immagina su singoli provvedimenti - unioni civili, riforme, jobs act - di dire 'o fate come voglio io o me ne vado', la mia risposta - ha sottolineato il segretario del Pd - è una, a quattro lettere: ciao. Non si può pensare di fare del Pd un partito nel quale si sta soltanto quando si condivide tutto. Si fa uno sforzo di mediazione, si ascoltano tutti, ma non è pensabile di minacciare gli altri, o fai così o me ne vado".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd nomina commissione congresso, Emiliano si candida a primarie
Consip
Di Maio: Renzi vuoti il sacco su donazione da Alfredo Romeo
Pd
Pd, Prodi: la scissione è un suicidio, non posso rassegnarmi
Pd
Di Maio (M5s): elettori Pd disorientati, guardano a noi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Percorso rapido per emergenze al Fatebenefratelli Roma
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Peroni Senza Glutine sul podio del World Gluten Free Beer Award
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Elicotteri italiani AW-139 in Pakistan, nuovo ordine per Leonardo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Il mondo in coda: strade sempre più trafficate, anche in Italia