lunedì 20 febbraio | 23:45
pubblicato il 30/mar/2015 18:19

Renzi: no a ritocchi Italicum e no al ricatto del voto segreto

"Mi riferisco a parte minoritaria partito, lo dico a D'Attorre"

Renzi: no a ritocchi Italicum e no al ricatto del voto segreto

Roma (askanews) - Matteo Renzi dice no al "ritocco"

dell'Italicum alla Camera, e soprattutto dice no al "ricatto

interno al partito" portato avanti da una "parte minoritaria" del

Pd che per il premier ha un nome e cognome: "Alfredo D'Attorre".

Parlando alla Direzione Pd, il segretario Dem fa una "distinzione

chiara" tra i due elementi presenti: "Uno lo chiamo l'esigenza

del ritocco, esigenza per alcuni aspetti politica e per altri

aspetti tecnica. Dirò perchè sono contrario, capendone le ragioni

e la legittimità. Poi c'è una parte minoritaria che chiamo del

ricatto. Lo dico a D'attorre in particolare, per l'intervista di

oggi che faceva riferimento al voto segreto. E' un ricatto

interno al partito", affonda Renzi.

Gli articoli più letti
M5s
Vertici M5s a Roma, possibile incontro Grillo-Raggi in Campidoglio
Elezioni
Blog Grillo: pazienza italiani ha un limite, lasciateci votare
Pd
Enrico Letta: Pd non può finire così, attonito da cupio dissolvi
Pd
Ultime ore per arginare la scissione nel Pd, occhi su Emiliano
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
Verona Fiere, Evoo Days, al via il primo forum per filiera olio
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
Onde gravitazionali, inaugurato a Cascina l'Advanced Virgo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia