giovedì 08 dicembre | 09:23
pubblicato il 24/set/2014 14:48

Renzi: legale premier, sconcertante sua convocazione da Corte Conti

(ASCA) - Firenze, 24 set 2014 - ''E' sconcertante che venga convocato Matteo Renzi quando chi lo accusa dice che non ne vuole piu' sapere e che e' fuori dal processo''. Lo ha detto l'avvocato Alberto Bianchi, legale di Matteo Renzi, al termine dell'udienza della Corte dei Conti, che ha convocato l'attuale premier per una vicenda legata a nomine fatte quando era presidente della Provincia di Firenze. Nel 2007, secondo quanto ricostruito dalla magistratura contabile, invece di un direttore generale, la Provincia di Firenze nomino' un ''Collegio dei direttori generali'', cosa prevista in virtu' di una delibera di giunta del 2006, poi modificata nel 2009. La Procura della Corte dei Conti aveva asserito ''l'illegittimita' sostanziale delle scelte operate'' dalla Provincia chiedendo pero' l'archiviazione della posizione dell'attuale premier, decisione ribadita oggi dal procuratore Acheropita Rosaria Mondera, secondo cui ''sarebbe bizzarro continuare un'attivita' accusatoria su delle posizioni gia' archiviate''. Il collegio della Corte dei Conti aveva pero' disposto ''l'integrazione del contraddittorio'' e ordinato ''l'intervento in giudizio'' di Renzi e di altre 7 persone. Il danno erariale ipotizzato dalla Corte dei Conti varia da un minimo di 287 mila euro e un massimo di 816 mila euro.

Nel suo intervento Bianchi (che e' anche presidente della renziana Fondazione Open e consigliere di amministrazione Enel) ha sostenuto che ''dopo la riforma dell'articolo 111 della Costituzione la chiamata Iussu iudicis non e' piu' applicabile'' e comunque tale istituto ha ''natura del tutto eccezionale'' e per ragioni che non sono ravvisabili in questo caso. ''Inoltre - ha aggiunto - occorrerebbe formulare una domanda, cosa che spetta alla Procura, e in questo caso non c'e' nessuna domanda specifica, nessuna qualificazione del danno arrecato. Non si capisce a che titolo si possa introdurre una domanda nei confronti di una persona che la Procura ha ritenuto innocente''.

Da qui la richiesta di ''mandare assolto Matteo Renzi perche' nessuna domanda di danno e' stata avanzata nei suoi confronti''.

L'udienza e' stata tolta e nei prossimi giorni il collegio prendera' una decisione.

afe/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Fi
Fi, Berlusconi ricoverato. Zangrillo: stress, a breve dimesso
Pd
Pd, Orfini: ok sostegno militanti ma sia senza rabbia
L.Bilancio
L.Bilancio, governo pone fiducia in aula Senato su art.1
Governo
Consultazioni Mattarella fino a sabato, chiudono Fi M5s e Pd
Altre sezioni
Salute e Benessere
Robot indossabile ridà capacità di presa a persone quadriplegiche
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni