martedì 28 febbraio | 06:44
pubblicato il 16/mar/2016 12:04

Renzi: in Ue Stati ingovernabili, modello italiano il più stabile

Tutti i Paesi che hanno votato si trovano in difficoltà

Renzi: in Ue Stati ingovernabili, modello italiano il più stabile

Roma (askanews) - "Prima o poi qualcuno farà una riflessione sul sistema istituzionale" e sulla "situazione di progressiva ingovernabilità di alcune nazioni" europee, "scoprendo che il modello istituzionale italiano rischia di essere più stabile, con buona pace di tante critiche sentite in questo periodo". Lo ha detto Matteo Renzi in aula alla Camera durante le comunicazioni del presidente del Consiglio, in vista del Consiglio europeo del 17 e 18 marzo.

Fate l'elenco dei Paesi che avendo votato si trovano in difficoltà, non riescono più a eleggere un governo, ad avere un governo in grado di rappresentarli. In Spagna è possibile si torni alle elezioni, in Irlanda non ci sono i numeri se non con

una grande coalizione, in Portogallo il primo partito si è trovato all'opposizione sulla base dell'accordo tra gli altri partiti", ha sottolineato Renzi.

Gli articoli più letti
Centrodestra
Zaia a Berlusconi: io candidato premier? E' una manfrina
Centrodestra
Salvini gela Berlusconi: no a Zaia leader e a doppia moneta
Calcio
Renzi: Ranieri tradito dai suoi giocatori, ma tornerà...
Pd
Pd, D'Alema: attacchi Renzi? Non vorrei alimentare ossessioni
Altre sezioni
Salute e Benessere
Malattie rare, Scaccabarozzi: 560 farmaci in sviluppo nel mondo
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Premio Ercole Olivario, in gara 174 etichette da 17 Regioni
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
E.ON:Per 6 italiani su 10 ideale per la casa è l'energia solare
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Fisica, Masterclass: 3000 studenti alla scoperta delle particelle
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech