giovedì 08 dicembre | 19:09
pubblicato il 16/feb/2015 18:13

Renzi: in Libia ci assumiamo responsabilità, non giriamo testa

"Quattro anni fa l'intervento, ma istituzioni libiche non stabili"

Renzi: in Libia ci assumiamo responsabilità, non giriamo testa

Roma, 16 feb. (askanews) - Di fronte alla situazione in Libia "ci assumiamo la nostra responsabilità e non giriamo la testa dall'altra parte", sempre "cercando di avere la massima condivisione internazionale". Lo ha detto il premier Matteo Renzi, intervenendo alla Direzione del Pd.

"Le responsabilità italiane nel Mediterraneo non sono solo controllare i mari. Significa dare un significato al Mare Nostrum, che ha smesso di essere la frontiera dell'Europa", ha sottolineato Renzi, aggingendo: "C'è bisogno di una riflessione politica sul Mediterraneo, partendo dal fatto che 4 anni fa la comunità internazionale decise di intervenire in un certo modo, dal fatto che in questi 4 anni non siamo riusciti a dare stabilità alle istituzioni libiche, dal fatto che dobbiamo fare in modo che tutti in quell'area lavorino per la pace".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Pontassieve riaccoglie Renzi: "non molli ora, deve andare avanti"
Governo
Mattarella apre consultazioni,l'arbitro silente debutta in campo
Governo
Consultazioni Mattarella fino a sabato, chiudono Fi M5s e Pd
Governo
Crisi, Grillo: elezioni subito senza scuse, legge elettorale c'è
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni