domenica 26 febbraio | 00:28
pubblicato il 06/dic/2013 12:00

Renzi: i miei veri avversari si chiamano Beppe e Silvio

Non Gianni e Pippo. Vera sfida è prendere voti grillini e destra

Renzi: i miei veri avversari si chiamano Beppe  e Silvio

Torino, 6 dic. (askanews) - "I nostri avversari si chiamano Beppe e Silvio, non Pippo e Gianni". Lo ha detto Matteo Renzi, al Lingotto di Torino, sottolineando che chi vincerà le primarie del Pd come segretario dovrà vedersela col Movimento 5 Stelle e con Forza Italia. Renzi ha poi ribadito: "Dobbiamo prenderci i voti anche di quegli altri, dobbiamo andare a prendere i voti dei grillini".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Errani lascia Pd: ora nuova avventura, ma ci ritroveremo
Sinistra
Lavoro, scuola, ambiente: abito classico per la sinistra ex Pd
Pd
Pd, Rosato: carte bollate? Emiliano si occupi di contenuti
Governo
Napolitano: equilibrio Gentiloni punto fermo da salvaguardare
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech