domenica 22 gennaio | 02:31
pubblicato il 14/giu/2016 20:23

Renzi gioca ai ballottaggi la carta Imu, minoranza Dem fredda

Premier: "Rivendichiamo risultati". E domani possibile ok a dl Enti locali

Renzi gioca ai ballottaggi la carta Imu, minoranza Dem fredda

Roma, 14 giu. (askanews) - "Tavolini, volantinaggio, iniziative". Per rivendicare l'abolizione dell'Imu che "non sarà pagata da 16 milioni di italiani", e per provare a incidere in questo modo anche sui ballottaggi di domenica. Matteo Renzi chiama alla mobilitazione tutto il Pd, ma la minoranza si mostra fredda, separando l'impegno per le Comunali dall'esultanza per la cancellazione della tassa sulla prima casa. "Lo sforzo per i ballottaggi non è in discussione, ma restano tutti i nostri dubbi per aver tolto l'Imu non solo al ceto medio ma anche ai ricchi", spiega un deputato della minoranza interna.

Argomenti che Renzi e i vertici del Pd non considerano: "Giovedì 16 milioni di italiani non pagheranno la Tasi sulla prima casa. Come pure non pagheranno Imu e Irap agricola, vedranno finalmente lo sconto sull'Irap derivante dalla cancellazione della componente costo del lavoro, non pagheranno l'Imu imbullonati. Una riduzione di tasse che non ha precedenti per qualità e intensità nella storia degli ultimi vent'anni", rivendica il premier nella sua e-news. Mentre i vertici del Nazareno (i vicesegretari e i capigruppo Debora Serracchiani, Lorenzo Guerini, Luigi Zanda ed Ettore Rosato) sottolineano come "il fatto che questa iniziativa targata Pd si svolga a qualche ora da ballottaggi impegnativi in alcune tra le più grandi città italiane è un'occasione da non sprecare", invitando tutti i parlamentari a mobilitarsi per un'iniziativa, spiegano dal Nazareno, che potrebbe smuovere l'elettorato più moderato, decisivo nella partita decisiva, ovvero quella di Milano.

Un impegno che la minoranza accoglie ma con qualche distinguo: Roberto Speranza spiega di "non voler fare polemiche in queste ore di campagna elettorale", e assicura che giovedì "girerò per le amministrative". Tuttavia, "decideranno i nostri candidati quali temi toccare". Ma tra i bersaniani sono tanti quelli che non rinunciano a ricordare come in occasione dell'abolizione dell'Imu la loro richiesta di non esentare i più ricchi sia stata ignorata. Più conciliante Gianni Cuperlo, che assicura come "l'impegno per i ballottaggi non è in discussione, e va bene ogni iniziativa".

Resta da vedere in quale banchetto sceglierà di andare lo stesso Renzi, per quello che sarà il suo ultimo impegno pubblico in Italia prima del voto: nel pomeriggio del 16 è infatti prevista la partenza per San Pietroburgo, in occasione del forum economico. Domani invece il governo potrebbe giocare un'altra carta sul piatto dei ballottaggi: il decreto enti locali dovrebbe essere all'esame del Consiglio dei Ministri convocato per le 17.30. Via le sanzioni a chi ha sforato il Patto di Stabilità, liberando risorse in particolare per le città metropolitane.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Prodi: alla sinistra serve un nuovo riformismo
Governo
Grasso: legislatura duri fino a 2018 per recuperare tempo perduto
Pd
Guerini: Bene Prodi. Ora il Mattarellum, è lo strumento migliore
Parma
Pizzarotti: mi ricandido, non lascio un buon lavoro a metà
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4