martedì 28 febbraio | 09:41
pubblicato il 24/feb/2014 14:46

Renzi: di fronte a crisi economica non si puo' non partire da...(1upd)

++Programma di edilizia scolatico per miliardi di euro - Cambiare Patto stabilita' interno+++.

.

(ASCA) - Roma, 24 feb 2014 - ''Di fronte alla crisi economica non si puo' non partire dalla scuola. Nelle prossime settimane vedrete concreti risultati''. Lo ha detto il presietne del consiglio, Matteo Renzi parlando in Aula del Senato per il voto di fiducia.

''Domani scrivero' una lettera ai miei colleghi sindaci per chiedere a tutti di avere un punto della situazione sullo stato dell'edilizia scolastica'' ha proseguito il premier.

''Dal 15 giugno al 15 settembre dovremo fare un piano per intervenire in modo concreto e puntuale sull'edilizia scolastica, un programma nell'ordine dei miliardi di euro''.

Renzi ha inoltre rimarcato: ''Con quale credibilita' possiamo dire questo'' cioe' che la scuola e' centrale nel programma di governo ''se gli investimenti in edilizia sono bloccati dal patto di stabilita' interno?''.

njb

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Centrodestra
Zaia a Berlusconi: io candidato premier? E' una manfrina
Centrodestra
Salvini gela Berlusconi: no a Zaia leader e a doppia moneta
Calcio
Renzi: Ranieri tradito dai suoi giocatori, ma tornerà...
Pd
Pd, D'Alema: attacchi Renzi? Non vorrei alimentare ossessioni
Altre sezioni
Salute e Benessere
Malattie rare, Scaccabarozzi: 560 farmaci in sviluppo nel mondo
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Premio Ercole Olivario, in gara 174 etichette da 17 Regioni
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
E.ON:Per 6 italiani su 10 ideale per la casa è l'energia solare
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Barcellona: droni, 5G e telefoni vintage al Mobile World Congress
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech