martedì 06 dicembre | 17:04
pubblicato il 24/feb/2014 14:46

Renzi: di fronte a crisi economica non si puo' non partire da...(1upd)

++Programma di edilizia scolatico per miliardi di euro - Cambiare Patto stabilita' interno+++.

.

(ASCA) - Roma, 24 feb 2014 - ''Di fronte alla crisi economica non si puo' non partire dalla scuola. Nelle prossime settimane vedrete concreti risultati''. Lo ha detto il presietne del consiglio, Matteo Renzi parlando in Aula del Senato per il voto di fiducia.

''Domani scrivero' una lettera ai miei colleghi sindaci per chiedere a tutti di avere un punto della situazione sullo stato dell'edilizia scolastica'' ha proseguito il premier.

''Dal 15 giugno al 15 settembre dovremo fare un piano per intervenire in modo concreto e puntuale sull'edilizia scolastica, un programma nell'ordine dei miliardi di euro''.

Renzi ha inoltre rimarcato: ''Con quale credibilita' possiamo dire questo'' cioe' che la scuola e' centrale nel programma di governo ''se gli investimenti in edilizia sono bloccati dal patto di stabilita' interno?''.

njb

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Alfano: pronostico elezioni anticipate a febbraio
Governo
M5S vuole il voto subito. Ma Di Maio premier non convince tutti
Governo
Capigruppo Fi: impraticabile congelare crisi governo Renzi
Governo
Mattarella congela Renzi e attende Pd, crisi dopo la manovra
Altre sezioni
Salute e Benessere
Airc finanzia ricerca per migliorare diagnosi noduli alla tiroide
Enogastronomia
Touchscreen e realtà aumentata: a Milano il supermarket del futuro
Turismo
Ponte Immacolata, per un italiano su due hotel è luogo dolce vita
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
I supermercati del futuro di Amazon: niente casse e code
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni