lunedì 27 febbraio | 05:49
pubblicato il 21/mag/2015 13:08

Renzi: da psicanalista chi critica fermo del sospetto per Bardo

"Era meglio non fermarlo non si può proprio dire"

Renzi: da psicanalista chi critica fermo del sospetto per Bardo

Vicenza, 21 mag. (askanews) - "Quando viene arrestato un presunto responsabile, non si può dire 'era meglio se non lo fermavamo, almeno non sapevamo'". Lo ha affermato il premier Matteo Renzi sul fermo di Abdel Majid Touil, il 22enne sospettato di aver fatto parte del commando che ha assaltato il museo del Bardo in Tunisia. Renzi è stato lapidario nei confronti di chi ora critica il fermo, alla luce delle incertezze sulle responsabilità dell'uomo: "vorrei stenderlo sul lettino e fargli raccontare che cosa ha fatto da piccolo...", ha detto. 

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd, Veltroni: la sinistra divisa consegna l'Italia al polulismo
Pd
Renzi: D'Alema non ha mai digerito rospo, scissione Pd colpa sua
Governo
Governo, Alfano: non va stroncato per vicenda interna al Pd
Governo
Renzi: elezioni nel 2018, deciderà Gentiloni se votare prima
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech