martedì 06 dicembre | 13:49
pubblicato il 24/giu/2014 12:00

Renzi: da Consiglio Ue esca pacchetto complessivo nomine

"Serve visione d'insieme, solo così saniamo vulnus democratico"

Renzi: da Consiglio Ue esca pacchetto complessivo nomine

Roma, 24 giu. (askanews) - Dal Consiglio Europeo di giovedì e venerdì dovrà uscire una "visione" dell'Europa e un accordo conseguente sul pacchetto complessivo delle nomine ai vertici Ue. Lo ha detto il presidente del Consiglio Matteo Renzi, illustrando alla Camera le linee programmatiche del semestre di presidenza italiano dell'Unione. "L'Italia si è battuta perchè si affermasse un metodo, e il metodo scelto è stato un successo del nostro Paese. Prima di decidere chi guida, decidiamo dove andiamo. E poi - ha spiegato Renzi - facciamo una discussione su un accordo complessivo: non solo il presidente della Commissione, ma quello del Parlamento, l'Alto rappresentante per la politica estera, il presidente del Consiglio, quello dell'Eurogruppo". Perchè per Renzi "è impossibile immaginare un percorso che privi l'Europa di una visione di insieme". Dunque "il passaggio di giovedì sarà particolarmente significativo se le nomine saranno conseguenza delle cose". Pre il premier solo così si ptrà raccogliere il messaggio arrivato dalle elezioni europee: "Chi oggi immagina che il gap di democraticità dentro l'Europa si colma o si recupera semplicemente indicando Juncker o un altro a fare il presidente della Commissione, vive su Marte. Quello che è accaduto è molto più significativo e grave di quello che possiamo immaginare: è accaduto che un pezzo intero della comunità civile non è andato a votare, e che spesso chi ha votato ha espresso un voto ostile non tanto all'Europa ma a come si è esplicitata in questi anni. E anche dove partiti tradizionali hanno ottenuto un risultato migliore, come in Italia, lo hanno fatto chiedendo un cambiamento radialce dell'Europa". Dunque "la discussione deve partire da questo: che il vulnus si sana solo con la politica, non basta un copia e incolla tecnocratico. O l'Europa ne è consapevole o perdiamo un'occasione storica: siamo a un bivio, molto molto importante. E non dipende da chi mettiamo a fare il presidente".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
M5S vuole il voto subito. Ma Di Maio premier non convince tutti
Governo
Alfano: pronostico elezioni anticipate a febbraio
Governo
Capigruppo Fi: impraticabile congelare crisi governo Renzi
Governo
Mattarella congela Renzi e attende Pd, crisi dopo la manovra
Altre sezioni
Salute e Benessere
Airc finanzia ricerca per migliorare diagnosi noduli alla tiroide
Enogastronomia
Mantegna contro Margherita: la pizza cambia nome e si veste d'arte
Turismo
Ponte Immacolata, per un italiano su due hotel è luogo dolce vita
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Luci di Natale: come smaltire quelle vecchie e tutelare l'ambiente
Scienza e Innovazione
AsiaHaptics 2016, Università di Siena premiata per guanto robotico
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni