lunedì 20 febbraio | 09:53
pubblicato il 13/mar/2014 12:00

Renzi: copertura Irpef da spending review, manager pa e spread

"I dirigenti pubblici non possono prendere più del presidente"

Renzi: copertura Irpef da spending review, manager pa e spread

Roma, 13 mar. (askanews) - La copertura per il taglio dell'Irpef viene sostanzialmente da tre canali: la spending review, il taglio degli stipendi dei manager pubblici e i risparmi derivanti dal calo dello spread. Lo ha detto il presidente del Consiglio Matteo Renzi a 'Porta a porta'. "La spending review può portare 7 miliardi, Cottarelli prudenzialmente ha detto 3 mld perché teme che non ci sia la volontà politica di fare tutti quei tagli". Poi, "500 mln di euro dagli stipendi dei manager pubblici. Ci sono molti dirigenti della pubblica amministrazione che guadagnano più del presidente della Repubblica, è giusto? No. Io sono convinto che i dirigenti italiani siano bravissimi, ma perché devono essere pagati più dei loro colleghi britannici?". Infine, c'è il risparmio derivante dal calo dello spread, che secondo Renzi potrebbe essere intorno ai 2 miliardi.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd, ultima trattativa con Emiliano su primarie dopo comunali
Pd
Cuperlo a Renzi: scendi da auto, non fare 'Gioventù bruciata'
Pd
Renzi apre congresso Pd, minoranza accusa: "Sceglie scissione"
Pd
Renzi si dimette da segretario Pd, ora candidature o congresso
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
"Benvenuto Brunello" Guida Rossa Michelin firma piastrella 2016
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
SpaceX, rinviato lancio del Falcon-9 dalla piattaforma Nasa 39-A
TechnoFun
Amazon, a tempo di record i lavori per nuovo centro vicino Roma
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia