venerdì 09 dicembre | 18:22
pubblicato il 04/lug/2016 16:50

Renzi: con no referendum presa atto Camere, ma non decido io

Se qualcuno pensa che possa non esserci gli faccio i complimenti

Renzi: con no referendum presa atto Camere, ma non decido io

Roma, 4 lug. (askanews) - Un no al referendum comporterebbe inevitabilmente le dimissioni di un governo nato per fare le riforme e lo stesso dovrebbe valere per un Parlamento che ha rieletto Giorgio Napolitano, ma la valutazione su questo secondo punto toccherà al capo dello Stato. Lo ha detto Matteo Renzi parlando alla direzione Pd. "Ormai è un refrain, Renzi ha personalizzato. Vorrei essere chiaro: c'è qualcuno tra di voi che possa pensare, in modo sincero, che dopo che questa legislatura è nata in questo modo, incentrata sulle riforme, c'è qualcuno che pensa sinceramente che nel caso in cui il referendum si concludesse con un no, dal presidente del Consiglio - aggiungerei anche il Parlamento, ma non mi riguarda - possa non esserci una presa d'atto? Se c'è qualcuno gli faccio i complimenti".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Renzi domani torna a Roma, oggi pranzo dal padre e poi a Messa
Governo
Tosi al Colle: incarico a una figura dal profilo internazionale
Governo
Braccio di ferro nel Pd, Renzi tiene punto: governo con tutti
Governo
Orlando: governo per andare al voto, ma Pd non lo fa da solo
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Galà di solidarietà per Amatrice a Villa Glori
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Usa, Pecoraro Scanio: nomina Pruitt a Epa pericolo per l'Ambiente
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Europei, Olimpiadi e terremoto, il 2016 su Facebook in Italia
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina