sabato 25 febbraio | 17:35
pubblicato il 16/ott/2014 11:01

Renzi: chi resta fermo alla nostalgia non va da nessuna parte

"Chi riesce a innovare costruisce pezzi del domani"

Renzi: chi resta fermo alla nostalgia non va da nessuna parte

Milano (askanews) - Il presidente del Consiglio Matteo Renzi, ha detto che "chi rimane fermo alla nostalgia non va da nessuna parte, mentre chi riesce a innovare costruisce dei pezzi del domani". E' un passaggio del suo breve intervento al Politecnico di Milano nel quale ha parlato, affiancato dal primo ministro cinese Li Keqiang, della collaborazione tra Italia e Cina. "Mi auguro che la nostra partnership continui all'insegna dell'innovazione e dalla valorizzazione del capitale umano". "Non è facile per Italia e Cina immaginare il futuro senza fare riferimento al passato grandioso che ci accomuna. Abbiamo la forza della nostra tradizione e della cultura. In alcuni casi sembra che questo grande passato un po ci freni, ci blocchi, qui invece, nel cuore del Politecnico, respiriamo il futuro" ha proseguito il premier Renzi al fianco dell'omologo cinese Li Keqiang.

Gli articoli più letti
Centrosinistra
D'Alema: con Orlando segretario Pd si riaprirebbe dialogo
Pd
Pd, commissione unanime: primarie 30 aprile. Renziani: via alibi
Pd
Pd, Cuperlo: calendario congresso è errore, voto negativo
Pd
Pd, Rosato: carte bollate? Emiliano si occupi di contenuti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech