lunedì 23 gennaio | 01:47
pubblicato il 15/mag/2015 09:37

Renzi: blocco scrutini? Prematuro parlare di precettazione

"Insegnanti persone perbene, non metteranno a rischio studenti"

Roma, 15 mag. (askanews) - "E' un tema prematuro, è prematuro parlare di precettazione" se vi fosse un eventuale blocco degli scrutini come hanno minacciato i sindacati della scuola contro la riforma. Lo ha detto il premier Matteo Renzi intervistato a Radio anch'io su Rai Radio1. "Credo che la stragande maggioranza degli insegnanti siano persone serie, perbene - ha aggiunto - che non metterebbero a rischio il lavoro di un anno e i loro studenti".

Quanto agli aspetti criticati della riforma della scuola come il piano delle assunzioni Renzi ha rilanciato: "Dove era il giornalismo negli ultimi venti anni quando si creavano tantissimi precari senza che nessuno dicesse nulla? Risolviamo le questioni del passato, affrontiamo quelle del futuro - ha concluso -. La scuola con il mio governo è al centro, la si rimette in moto. Entriamo nel merito".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Nato
Emiliano: Trump ignora la Nato? Potremmo rinegoziare trattati
Usa
Gentiloni: Trump? Collaboreremo ma abbiamo i nostri valori
Pd
Emiliano: se qualcuno apre il congresso mi candido segretario Pd
Governo
Gentiloni: D'Alema non aiuta la discussione, troppo polemico
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4