martedì 21 febbraio | 10:11
pubblicato il 04/giu/2015 15:47

Renzi: allacciate le cinture, rimettiamo il Paese a correre

"Stiamo decollando, avanti ancora più velocemente sulle riforme"

Renzi: allacciate le cinture, rimettiamo il Paese a correre

Roma, 4 giu. (askanews) - Ci sono "due Italie", "quella del pianto e del rimpianto" e "quella che vede i problemi e prova a risolverli". Velocemente. Matteo Renzi interviene alla presentazione del nuovo marchio Alitalia, a Fiumicino, e assume le tante vicissitudini della compagnia di bandiera, a cui non sono mancati "momenti difficili" o addirittura "drammatici", osserva il presidente di Nuova Alitalia Luca Cordero di Montezemolo, a metafora dell'Italia. Perchè nella vicenda Alitalia, chiosa, si è visto "il meglio e il peggio, per colpa della politica" dell'Italia. Ma ora si va "avanti" perchè il governo vuole cambiare il Paese proseguendo "ancora più velocemente con le riforme".

La politica si intreccia con lo show, Renzi sale sul palco insieme a Montezemolo, all'ad Silvano Cassano, al Ceo di Etihad Airways e vicepresidente di Alitalia, James Hogan, e tutti insieme premono il pulsante che, squarciato tra luci e suoni il sipario, fa comparire l'Airbus A330 con il nuovo logo. "Vorrei chiedervi di allacciarvi le cinture perché stiamo decollando davvero - dice Renzi -, stiamo rimettendo il paese a correre come deve correre". Perchè "Alitalia può essere l'azienda che rappresenta il paese più bello del mondo" e "noi cercheremo di rendere questo paese non solo un museo delle cere, ma un paese vivo, dinamico, un laboratorio. Dobbiamo crederci e impegnarci, perché è finito il tempo in cui anche in questo settore bastava lamentarsi". O in cui bastava la politica.

E' Hogan a ricordare che "la prima cosa che mi disse il vostro premier fu 'niente politica, la compagnia deve funzionare su basi commerciali' e questo ci ha dato la fiducia per investire" e oggi "Alitalia è veramente un marchio sexy che attrae". Insomma "we believe in Alitalia", rilancia Renzi, sfidando i commenti di solito poco benevoli al suo inglese, perchè se "vola Alitalia, vola l'Italia". Battuta perfetta, osserva il premier, per Maurizio Crozza ma "è la verità". E se show deve essere non manca la gaffe. A farla Ilaria D'Amico, madrina in rosso dell'iniziativa, che volendo alludere a un "rafforzamento del marchio" Alitalia inciampa in un "rafforzamento del maschio". Sorrisi da tutti, premier compreso e lei che tra il divertito e l'imbarazzato corregge il tiro: "Io, si sa, sono per il girl power...".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
M5s
Vertici M5s a Roma, possibile incontro Grillo-Raggi in Campidoglio
Pd
Enrico Letta: Pd non può finire così, attonito da cupio dissolvi
Elezioni
Blog Grillo: pazienza italiani ha un limite, lasciateci votare
Pd
Ultime ore per arginare la scissione nel Pd, occhi su Emiliano
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
Verona Fiere, Evoo Days, al via il primo forum per filiera olio
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
Onde gravitazionali, inaugurato a Cascina l'Advanced Virgo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia