sabato 25 febbraio | 15:40
pubblicato il 06/set/2014 12:00

Renzi a Europe 1: "L'economia europea deve cambiare direzione"

"Non è un problema di Francia o Italia ma di intera Europa"

Renzi a Europe 1: "L'economia europea deve cambiare direzione"

Roma, 6 set. (askanews) - "L'Europa ha al momento molti problemi, in primo luogo economici, e noi dobbiamo far passare questo difficile messaggio: non è un problema della Francia o dell'Italia cambiare la direzione dell'economia in Europa. Ma il problema di tutta l'Europa". E' quanto ha detto il presidente del Consiglio Matteo Renzi intervistato sull'emittente francese Europe 1 dalla giornalista Anne Sinclair. Renzi ha quindi elogiato il programma di investimenti annunciato dal nuovo presidente del Consiglio europeo Jean-Claude Juncker. "Abbiamo 300 miliardi per gli investimenti in Europa. Non è solo un patto di stabilità quindi, ma di stabilità e crescita", ha detto Renzi parlando anche della volontà espressa dal presidente della Bce, Mario Draghi, di voler dare 200 miliardi di euro per le imprese.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Centrosinistra
D'Alema: con Orlando segretario Pd si riaprirebbe dialogo
Sinistra
Nasce il movimento degli ex Pd, primo nodo il rapporto col governo
Pd
Pd, commissione unanime: primarie 30 aprile. Renziani: via alibi
Pd
Pd, Cuperlo: calendario congresso è errore, voto negativo
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech