lunedì 16 gennaio | 16:22
pubblicato il 22/mar/2014 13:11

Regioni: Serracchiani, governo conferma componenti Comm. Paritetica

(ASCA) - Udine, 22 mar 2014 - Fare squadra a difesa della specialita'. E' con questo intendimento che la V Commissione del Consiglio regionale del Friuli Venezia Giulia, presieduta da Vincenzo Martines (PD), si e' riunita a Udine invitando i parlamentari eletti nella regione e allargando la seduta ai capigruppo consiliari e ai presidenti della Regione Debora Serracchiani e del Consiglio Franco Iacop. Il documento che le Regioni hanno presentato a Renzi in settimana, ha evidenziato la presidente Serrachiani, e che e' stato condiviso dall'Anci, contiene importanti osservazioni sulla composizione di quella che potrebbe essere l'Assemblea delle autonomia, legata anche alle 21 personalita' che dovrebbero essere nominate dal presidente della Repubblica, ma soprattutto pone l'accento sul vero tema dirimente, ossia il metodo di individuazione e la natura delle competenze, dove si chiede una precisazione esaustiva di quelle affidate alle Regioni.

La presidente Serracchiani ha anche informato che il Governo ha confermato i suoi tre componenti in seno alla Commissione paritetica Stato-Regione, che quindi continua a essere pienamente operativa.

Il consigliere Martines, dal canto suo, ha detto che il Friuli Venezia Giulia ha parecchio da dire e da dimostrare per spiegare i contenuti della sua specialita' e autonomia: abbiamo bisogno pero' di una ''pressione positiva'' a livello parlamentare e di un'azione condivisa dalle realta' come la nostra, per quest'ultimo aspetto aiutati dal fatto che il presidente Iacop coordina proprio il gruppo di lavoro delle speciali.

Lo stesso Iacop ha poi riferito sugli ultimi sviluppi del dibattito politico-istituzionale, anche rispetto a quanto emerso nel corso del convegno di pochi giorni fa al Senato.

In prospettiva, ha precisato Iacop, dobbiamo ragionare non piu' in termini identitari, ma di governance, tenendo ben presente che molto dell'esercizio della specialita' e dell'autonomia si gioca sul versante del coordinamento della finanza pubblica.

fdm/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Bersani: Renzi non ha capito lezione, così si sbatte di nuovo
Centrodestra
Salvini: se Berlusconi preferisce Renzi, meglio soli al voto
Fca
Fca, Delrio: richiesta Germania a Ue del tutto irricevibile
Conti pubblici
Conti pubblici, blog Grillo: Gentiloni e Padoan si dimettano
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
Kawasaki al Motor Bike Expo di Verona dal 20 al 22 gennaio
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella, conto alla rovescia Anteprima Amarone
Turismo
A Singapore la gara di Danza del leone, caccia i cattivi spiriti
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Milano Moda uomo, i quadri viventi di Antonio Marras
Scienza e Innovazione
Rompicapo galattico per telescopio Hubble
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Milano, mobilità sempre più ecosostenibile DriveNow