domenica 04 dicembre | 19:18
pubblicato il 30/mag/2014 16:16

Regioni: Maroni, coordinamento al Nord sta funzionando con successo

(ASCA) - Milano, 30 mag 2014 - Anche se il progetto di creare una Macroregione del Nord ha perso il tassello del Piemonte, passato al centrosinistra alle elezioni di domenica scorsa, ''il coordinamento di azioni tra Regioni del Nord lo stiamo gia' facendo con successo''. Lo ha assicurato il presidente di Regione Lombardia, Roberto Maroni, intervenendo sui temi comuni alle Regioni del Nord.

''In particolare - ha aggiunto il governatore lombardo - nel settore dell'agricoltura, il nostro assessore, nei giorni scorsi, a nome di tutte le Regioni del Nord, ha incontrato i ministri competenti, ottenendo una risposta molto positiva su una questione che riguarda direttamente le aziende agricole, ovvero la Direttiva europea sui nitrati, che, se venisse applicata cosi' come e', farebbe chiudere il 90% delle aziende agricole lombarde. E' una direttiva fatta a uso e consumo dell'agricoltura tedesca - ha proseguito il presidente -, che e' diversa dalla nostra, perche' e' estensiva e non intensiva come la nostra, e noi, come Regioni del Nord, siamo riusciti a ottenere dal Governo l'impegno a intervenire in Europa, per modificare questa direttiva.

Questo e' il metodo che vogliamo usare, farci noi portavoce di tutte le Regioni del Nord per un'azione comune''. Maroni ha anche rivendicato come la Lombardia governata dalla Lega Nord costituisca ''la Regione capofila, incaricata di guidare il processo che porta alla Macroregione delle Alpi. E' una realta' che si sta avvicinando e concretizzando e che prendera' vita nella primavera dell'anno prossimo con la sua formale costituzione come soggetto istituzionale di livello europeo, che, quindi, avra' modo di dialogare direttamente con la Commissione europea''. Non a caso, ha detto ancora Maroni, ''a dicembre terremo, qui, a Milano, una riunione con tutti i 46 presidenti delle 46 Regioni che aderiscono alla Macroregione alpina, con i ministri degli Esteri dei 7 Paesi coinvolti e tutti gli stakeholders di questa immensa area. E' una realta' che puo' davvero cambiare l'Europa''.

com-fcz/mau/bra

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum, seggi aperti in tutta Italia: sì o no a riforma Renzi
Riforme
Referendum,Si:respinti rappresentanti no a scrutinio voto estero
Riforme
Referendum,voto cattolico plurale:da no Family day a sì gesuiti
Riforme
Referendum, Viminale assicura: matite copiative sono indelebili
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari