giovedì 23 febbraio | 22:14
pubblicato il 28/mag/2014 16:28

Regioni: Lanzetta, dopo 60 anni bilancio positivo per speciali (2)

(ASCA) - Roma, 28 mag 2014 - Peraltro, nel generale processo di riforme in corso, ha poi aggiunto il ministro per gli Affari Regionali, Maria Carmela Lanzetta, ''sarebbe fortemente auspicabile una nuova ''stagione statutaria'', anche in considerazione delle novita' che deriverebbero dall'approvazione della riforma costituzionale all'esame del Senato, che ridefinisca, aggiornandolo, il quadro di riferimento degli statuti speciali, nella direzione di quella che e' stata anche in questa sede definita la ''specialita' responsabile''. Una nuova ''stagione statutaria'', frutto di una rinnovata concertazione bilaterale tra Stato e singole regioni a statuto speciale, volta, da un lato, a superare alcuni assetti oramai antiquati - penso, ad esempio, alla figura del Commissario di Governo ancora previsto per la Regione Siciliana - e, dall'altro, a promuovere ulteriori competenze e funzioni, per cosi dire ''al passo con i tempi''''.

rus

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Sinistra
Scotto: nuova forza di sinistra con ex Pd, con noi 17 ex Si
Pd
Renzi: in California cerco idee anti-populisti
Aborto
Aborto, senatori Pd: ora legge per concorsi medici non obiettori
Pd
Orlando in campo a primarie Pd: mi candido, serve responsabilità
Altre sezioni
Salute e Benessere
Tribunale malato: per 1 medico su 3 troppo poco tempo per paziente
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
I 7 gemelli della Terra: il parere dell'astronauta Maurizio Cheli
TechnoFun
Internet of Things: dopo la "nuvola" si studia la "nebbia"
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech