domenica 04 dicembre | 17:37
pubblicato il 31/lug/2014 16:10

Regioni: Chiamparino alla guida della Conferenza ma e' tensione nel Pd

(ASCA) - Roma, 31 lug 2014 - La stagione di Sergio Chiamparino alla guida della Conferenza delle Regioni si e' aperta ufficialmente questa mattina. Per l'ex sindaco di Torino ed ex presidente dell'Anci, l'incoronazione e' arrivata all'unanimita' ma le tensioni che si sono registrate nel dialogo con gli altri presidenti del Pd sono state forti.

''Diciamo che non e' stato elevato lo stile con cui si e' giunti all' elezione del nuovo presidente della Conferenza delle Regioni. Tuttavia l'abbiamo condivisa all'unanimita''' ha sintetizzato da osservatore esterno il governatore pugliese di Sel, Nichi Vendola. Gli altri esponenti democrat hanno scelto commenti piu' diplomatici, ma fino alla fine hanno provato a difendere la candidatura del toscano Enrico Rossi e l'autonomia del sistema delle Regioni di scegliere il proprio presidente. Non e' un mistero infatti il gradimento del premier Renzi sul nome di Chiamparino e pronto e' stato oggi l'sms di congratulazioni arrivato da Palazzo Chigi sul cellulare del governatore del Piemonte. Va detto anche che il Pd fino all'ultimo ha provato a trovare una soluzione condivisa. Dalla riunione di questa mattina negli uffici del Nazareno e' pero' arrivata una fumata 'nera': troppo distanti le parti con la vice segretaria e presidente del Friuli Venezia Giulia, Debora Serracchiani, a cercare di trovare una soluzione gradita alla nutrita pattuglia di governatori del Pd. All'esterno nessuno ha preso posizione ufficialmente sulla trattativa, ma chi ha partecipato alla riunione racconta di una squadra divisa a meta' con Chiamparino, sostenuto in particolare da Serracchiani, D'Alfonso e Frattura. Dall'altra parte con Rossi c'erano Zingaretti, Marini e sicuramente l'Emilia Romagna che ha inviato l'assessore Carlo Lusenti. Dopo due ore di confronto, i presidenti hanno raggiunto il palazzo del Cinsedo, la sede della Conferenza delle Regioni, senza accordo e con una tripla ipotesi: Chiamparino, Rossi, o la soluzione-ponte di Burlando fino a maggio 2015, quando gran parte delle Regioni torneranno al voto. Su questa posizione, il Pd ha chiesto un confronto anche agli altri presidenti (c'erano Maroni, Zaia e Caldoro) ed ha trovato la sintesi su Chiamparino. Una partita che pero' non e' finita qui. Va innanzitutto completato l'ufficio di presidenza e oggi Chiamparino ha lanciato un messaggio distensivo, annunciando che troveranno spazio le Regioni del Centro, quelle piccole e quelle speciali. La partita vera si giochera', pero', sul coordinamento delle commissioni: il Lazio dovrebbe tenere la guida di quelle sugli Affari istituzionali, ma quasi sicuramente il Veneto o la Lombardia dovranno cedere quelle sulla sanita' e sugli affari finanziari. Strutture strategiche sulle quali i governatori del Pd, che oggi hanno fatto quadrato intorno a Rossi, vogliono insediarsi. Il primo test sara' il riparto del fondo sanitario nazionale che nei prossimi giorni arrivera' sul tavolo di Chiamparino. Nei 9 anni di gestione Errani, le Regioni sono sempre riuscite a trovare un'intesa all'insegna della solidarieta' e delle performance virtuose.

Ora tocca a Chiamparino ricostruire la squadra e superare le tensioni di oggi.

rus

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum, seggi aperti in tutta Italia: sì o no a riforma Renzi
Riforme
Referendum,voto cattolico plurale:da no Family day a sì gesuiti
Riforme
Vigilia del voto, Sì e No si accusano di violare il silenzio
Riforme
Referendum, quante volte è cambiata la Costituzione dal '48 a oggi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari