venerdì 02 dicembre | 20:58
pubblicato il 30/gen/2013 10:41

Regioni: Bersani, mai detto che faro' tavolo sulle speciali

(ASCA) - Trieste, 30 gen - ''Non ho mai detto che se saro' eletto presidente del Consiglio faro' un tavolo sulle regioni speciali''. Lo ha detto a Trieste il segretario del Pd, Pierluigi Bersani, commentando presunte sue dichiarazioni, l'altra sera a Padova, sui rapporti tra il Veneto, regione ordinaria, e le province autonome di Trento e Bolzano. ''Io sono qui a Trieste, a dire che le autonomie speciali - ha proseguito Bersani questa mattina - vanno valorizzate.

Sto dicendo che nel pieno rispetto e al netto di queste autonomie, noi dobbiamo dare un'occhiata dal lato delle politiche per le regioni a statuto speciale, rispetto a quelle ordinarie''. ''Bisogna dare un occhio alla concorrenza - ha concluso Bersani con riferimento ai problemi di una ragione a statuto ordinario come il Veneto -.

Quindi non voglio fare un tavolo delle autonomie ma andare a considerare le ragioni delle regioni confinanti con le speciali, perche' questo paese va tenuto assieme''.

fdm/sam/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Renzi: brogli voto estero? Film che ritorna da chi teme sconfitta
Riforme
Referendum, Salvini: voto estero comprato ma no vincerà comunque
Riforme
Renzi: col Sì Italia più forte in Ue su crescita e immigrazione
Riforme
Renzi: risultato aperto, in 48 ore ci giochiamo i prossimi 20 anni
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari