venerdì 20 gennaio | 17:26
pubblicato il 14/nov/2012 11:34

Regionali/ Alfano: Pd cinico, governo rimedi all'errore

E' tassa di 100 mln di euro, esecutivo in ginocchio da Bersani

Regionali/ Alfano: Pd cinico, governo rimedi all'errore

Roma, 14 nov. (askanews) - "Il governo non può piegarsi a un calcolo cinico di Bersani e del Pd. un errore madornale, il Pdl non può dire sì: il governo rimedi". Lo ha detto il segretario del Pdl, Angelino Alfano, contestando la data delle regionali di Lombardia, Lazio e Molise. "In questo modo - ha aggiunto - si condanna l'Italia a cinque mesi di estenuante campagna elettorale. Così il governo si mette in ginocchio, ai piedi di Bersani. Si tratta di una tassa cinica di 100 milioni di euro per anticipare di 50 giorni le elezioni - ha proseguito Alfano - proprio mentre in queste ore si fa fatica a trovare soldi per gli alluvionati della Maremma". "Siamo in una fase di assoluta difficoltà economica e il Pdl non può dire di si a questo cinico calcolo di Bersani e del Pd", ha concluso il segretario del Pdl.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Craxi
Berlusconi: mi manca Craxi, è stato vittima di un golpe
Pd
Pd, correnti in tensione su voto subito e leadership Renzi
Terremoto
M5s cancella mobilitazione giorno decisione Consulta su Italicum
Pd
Pd, Renzi al Nazareno incontra big del partito
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
Audi, 8 milioni di vetture prodotte con la trazione "quattro"
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Tpl, Sorte: anche per Delrio la Lombardia è modello da seguire