sabato 03 dicembre | 16:41
pubblicato il 01/ott/2016 16:29

Referendum, Renzi: nessun rischio di deriva autoritaria

'Sfida decisiva per futuro Paese: basta un sì e si cambia davvero'

Referendum, Renzi: nessun rischio di deriva autoritaria

Roma, 1 ott. (askanews) - "Ascoltare due ore e mezzo un dibattito sulla riforma costituzionale è un atto di affetto, di cui vi ringrazio. Il dibattito col prof. Zagrebelsky ha dimostrato che non c'è nessun rischio di deriva autoritaria ma un'alternativa secca tra chi vuole cambiare semplificando e innovando il sistema istituzionale e chi vuole, legittimamente, mantenere le cose come sono". E' quanto scrive su Facebook il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, all'indomani del dibattito televisivo su La7 - "linko uno dei passaggi di ieri", aggiunge - che lo ha visto contrapporsi al costituzionalista Gustavo Zagrebelsky, rappresentante dei Comitati per il No al referendum del 4 ottobre.

"Vi chiedo di darci una mano. Questa sfida - aggiunge il premier - è decisiva per il futuro del Paese: Basta un sì e stavolta si cambia davvero".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Politici, vip e costituzionalisti, tutti divisi al referendum
Riforme
Referendum, Renzi: con Mattarella italiani sono in ottime mani
Riforme
Referendum, Grillo: se perdiamo contro il mondo va bene lo stesso
Riforme
Referendum, Berlusconi: con voto a matita possibili i brogli
Altre sezioni
Salute e Benessere
Disturbi del sonno? 10 regole ambientali per dormire meglio
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari