sabato 03 dicembre | 17:23
pubblicato il 29/set/2016 10:26

Referendum, Renzi: fronte del No vuole solo buttarmi giù

'Inutile girarci intorno: i voti di destra saranno decisivi'

Referendum, Renzi: fronte del No vuole solo buttarmi giù

Roma, 29 set. (askanews) - "Chi guida la coalizione che vota No al referendum costituzionale lo fa perchè non è interessato al merito, ed è interessato solo ala persona del presidente del Consiglio. Sono loro che personalizzano, non io". E' quanto ha dichiarato il presidente del Consiglio, Matteo Renzi in una intervista a Il Foglio.

"Il No ha tante facce, perchè dire oggi No alla riforma delle riforme è l'ultima occasione per difendere il fortino. Sia a destra, sia a sinistra in molti hanno proposto riforme persino più audaci della nostra. Oggi invece quelle stesse persone gridano allo scandalo" ha osservato Renzi. "Le opposizioni - ha concluso il premier - hanno un obiettivo nobile dal loro punto di vista: buttare giù il governo. Io ne ho uno un pochino più nobile: tirare su l'Italia. Loro hanno un disegno chiaro, che io rispetto, ma che non condivido. Io dico loro: provate pure a buttarmi giù, ma fatelo quando ci saranno le elezioni politiche, non fatelo oggi che si vota su una riforma storica, che non è la riforma che può rafforzare Renzi o il Pd, ma è la riforma che può cambiare l'Italia: è come un treno che passa una volta e la seconda non ricapita più".

"Inutile girarci intorno: i voti di destra saranno decisivi al referendum. La sinistra, oramai, è in larghissima parte con noi. Direi che la stragrande maggioranza è con noi. La questione vera oggi è la destra. E l'elettore di destra, oggi, si trova davanti a due scelte: votare sul merito, non votare sul merito. Se la scelta diventa votare sul merito, vota Sì e sono certo che alla fine andrà così", ha aggiunto.

"Sulla scheda elettorale in fondo - ha proseguito Renzi - non c'è scritto volete voi cancellare dalla faccia della terra il governo Renzi. Il governo Renzi può essere cancellato ogni giorno in Parlamento,in qualsiasi momento, o alle elezioni politiche, dai cittadini. Oggi si discute di altro. Oggi si discute di Italia, non di una persona".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Politici, vip e costituzionalisti, tutti divisi al referendum
Riforme
Referendum, Renzi: con Mattarella italiani sono in ottime mani
Riforme
Referendum, Grillo: se perdiamo contro il mondo va bene lo stesso
Riforme
Referendum, Berlusconi: con voto a matita possibili i brogli
Altre sezioni
Salute e Benessere
Disturbi del sonno? 10 regole ambientali per dormire meglio
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari