martedì 06 dicembre | 01:55
pubblicato il 03/giu/2011 20:15

Referendum/ Per Berlusconi è "demagogico". Bersani: Utilissimo

Opposizione evita 'politicizzare' per attrrarre elettori Pdl.

Referendum/ Per Berlusconi è "demagogico". Bersani: Utilissimo

Roma, 3 giu. (askanews) - Il confronto tra maggioranza e opposizione si sposta sul referendum, Silvio Berlusconi cerca di far calare l'interesse parlando di voto "demagogico" e lasciando libertà di scelta ai militanti Pdl, mentre il centrosinistra cerca di non "politicizzare" per attrarre alle urne anche gli elettori del centrodestra. Il tutto, mentre Sel apre una polemica interna alle opposizioni sull'opportunità di tenere manifestazioni di partito a favore dei quesiti. E l'Agcom, intanto, ha richiamato la Rai per la scarsa informazione data sin qui sull'argomento e ha chiesto un immediato riequilibrio. E' stato il premier, stamattina, ha parlare del referendum durante 'la Telefonata' su Canale 5: parlando del quesito sul nucleare, ha spiegato che "si tratta di norme già abrogate e quindi si chiede ai cittadini di andare a votare su nulla. Il governo si astiene dal prendere qualsiasi posizione ma anche su questo prenderà atto della volontà dei cittadini". In generale, ha aggiunto: "I referendum nascono da intenzioni demagogiche. Abbiamo dato assoluta libertà di scelta ai nostri elettori". Ha subito replicato Pier Luigi Bersani: "Credo invece che quello del referendum sia un voto utilissimo" perché "c'è bisogno di uscire dall'ambiguità, noi siamo senza politica energetica". Soprattutto, ha aggiunto il segretario Pd, il referendum non serve per "dare un colpo al Governo: non abbiamo impostato così nemmeno le elezioni amministrative, figuriamoci se vogliamo impostare così il referendum. Qui si parla di acqua, di nucleare... Chi, anche di centro, di destra, vuole venire alla nostra manifestazione è il benvenuto". Parole simili a quelle del leader Idv Antonio Di Pietro: "Non commettiamo l'errore di politicizzare il referendum e soprattutto di ascriverlo a qualche partito o coalizione. Questo non è un voto in cui vince il centrodestra o il centrosinistra". Eppure, proprio l'accusa di politicizzare è stata rivolta da Sel a Pd e Idv, 'colpevoli' di avere organizzato manifestazioni di partito per la chiusura della campagna elettorale: "Sel - ha detto Paolo Cento - ritiene che al momento non sussistono le condizioni per una chiusura della campagna referendaria in comune con altri partiti. Siamo anche convinti che un ruolo primario nelle chiusure pubbliche di venerdi prossimo 10 giugno vada lasciato ai comitati referendari e che la configurazione della manifestazione di Piazza del Popolo a Roma rischi di rispondere ad una logica politicista e poco utile per il raggiungimento del quorum". Intanto, l'Agcom ha richiamato la Rai per la poca informazione data fin qui sui referendum. Il Garante per le Comunicazioni ha infatti giudicato largamente insufficiente l'informazione finora fornita agli utenti del servizio pubblico, giudicandola "inadempiente" rispetto alle regole imposte sulla campagna referandaria dalla Commissione di Vigilanza Rai. Ed ha disposto un "ordine conformativo" alla Rai molto dettagliato, il cui mancato puntuale rispetto comporterà sanzioni. Richiamo al quale la Rai ha subito risposto. Viale Mazzini ha disposto, a partire da domani, nuove programmazioni e spazi per l'informazione sui referendum del 12 e 13 Giugno. Restando "confermati tutti gli altri spazi calendarizzati", la Rai ha previsto da domani messaggi autogestiti aggiuntivi domani su Raidue alle 19,15 e su Raitre alle 18,40 e domenica alle 18m35 su Raiuno e alle 20 su Raitre. Quanto alle tribune elettorali, quella prevista lunedì alle 14,10 è stata spostata da Raitre a Raiuno e quella in programma mercoledì alle 18,25 è stata trasferita ancora su Raiuno da Raidue.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum, Renzi: ho perso io e mi dimetto, ma senza rimorsi
Riforme
Referendum, affluenza finale 68,48%. Si è votato di più al Nord
Riforme
M5s, Lega e Fdi chiedono voto. Fi vuole tavolo legge elettorale
Riforme
Italicum a rischio, è già dibattito sulla nuova legge elettorale
Altre sezioni
Salute e Benessere
Diabete, arriva in Italia penna con concentrazione doppia insulina

Roma, 5 dic. (askanews) - Un'iniezione "morbida", più facile, e una penna con il doppio delle unità di insulina disponibili per ridurre il numero di device da gestire: un...

Enogastronomia
Festa a Roma con Heinz Beck per i 30 anni del Gambero Rosso
Turismo
Eden Travel Group, il SalvaVacanza spinge l'advance booking
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Spazio, nuovo successo per il razzo italiano Vega
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari