lunedì 23 gennaio | 21:00
pubblicato il 03/set/2013 17:43

Referendum: Giachetti (Pd), occasione da non perdere sulla giustizia

Referendum: Giachetti (Pd), occasione da non perdere sulla giustizia

(ASCA) - Roma, 3 set - ''Sono rammaricato, perche' come Pd non abbiamo mai assunto l'iniziativa di guidare il Paese alla riforma della giustizia neanche attraverso questa occasione offerta dai Radicali''. Lo ha detto a Radio Radicale il deputato del Pd Roberto Giachetti, tra i presentatori dei referendum radicali in materia di giustizia.

''In questi anni - spiega Giachetti - i problemi della giustizia si sono accresciuti, ovviamente non sono solo quelli individuati nei quesiti referendari, ma sono anche quelli temi centrali. Purtroppo da una parte Berlusconi si e' occupato di giustizia solo per se stesso fregandosene dei problemi che investono le persone normali, e dall'altra noi ci siamo trovati a non volere affrontare i temi di una riforma della giustizia che sono impellenti, sempre con l'alibi che avremmo fatto un favore a Berlusconi. La realta' e' che il nostro Paese di giustizia sta morendo, non solo per la drammatica situazione delle carceri, ma anche per la situazione nella quale si trovano le imprese, perche' non arrivano gli investimenti stranieri perche' non c'e' certezza del diritto, e' del tutto evidente che il sistema e' scoppiato''. ''Ma noi ci ritroviamo con un approccio vecchio - prosegue l'esponente del Pd - nel quale gridiamo allo scandalo perche' Berlusconi aderisce ad una campagna referendaria molto precisa. Sono rammaricato, perche' come Pd non abbiamo mai assunto l'iniziativa di guidare il Paese alla riforma della giustizia neanche attraverso questa occasione offerta dai Radicali. Mi aspettavo che i responsabili della giustizia del mio partito di questo discutessero. Stiamo parlando di dare la possibilita' al popolo italiano di esprimersi su alcune questioni fondamentali. Giachetti conclude: ''Io ho firmato tutti i referendum e mi convincono tutti non solo ovviamente quello sugli incarichi fuori ruolo dei magistrati contro cui mi sono battuto lo scorso anno. A me interessa che una classe politica che non e' stata in grado di fare riforme strutturali possa avere , magari con la spinta popolare, la forza di assumere una iniziativa e cominciare ad aggredire i problemi del nostro paese. Purtroppo in questi giorni scontiamo una vecchia polemica che non ci porta da nessuna parte''. com-sgr/sam/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd nega tensione Renzi-Gentiloni su Agcom:non c'è inciucio con Fi
Conti pubblici
Berlusconi: nuova manovra? Rimasti conti da pagare di Renzi
L.elettorale
Salvini: Consulta deve consentire di andare a elezioni a maggio
Usa
Gentiloni: Trump? Collaboreremo ma abbiamo i nostri valori
Altre sezioni
Salute e Benessere
Digital Magics cede partecipazione in ProfumeriaWeb a Free Bird
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Tutti a Montefalco per l'Anteprima Sagrantino
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Sugli sci trainati dal drone: arriva il droneboarding
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4