domenica 19 febbraio | 23:02
pubblicato il 03/ott/2016 15:10

Referendum, Fico contro Agcom: tace dati presenze tv sì e no

Presidente Vigilanza: "Cardani crea scontro senza precedenti"

Referendum, Fico contro Agcom: tace dati presenze tv sì e no

Napoli, 3 ott. (askanews) - Roberto Fico accusa l'Agcom e il suo presidente Cardani di "non aver consegnato alla Commissione Vigilanza i dati sul Referendum creando così uno scontro istituzionale che non ha precedenti". A Napoli, il presidente M5s della Commissione riferisce di aver scritto più volte "da mesi, a Cardani per avere i dati sul pluralismo dell'informazione in merito al referendum" e aggiunge "I dati del Sì e del No li abbiamo avuti fino ad un certo periodo e dopo una lotta immensa. Nel secondo periodo non ci sono stati consegnati".

Entrando nel merito, Fico spiega che "i dati sono elaborati da una società che ha l'appalto con l'Agcom, la Geca srl, e viene pagata con i soldi pubblici. Quindi, sono di tutti". Resta il giudizio negativo sulla riforma istituzionale del governo Renzi: "una riforma scellerata che dà tanto potere a poche persone a discapito di tutti".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd, ultima trattativa con Emiliano su primarie dopo comunali
Pd
Cuperlo a Renzi: scendi da auto, non fare 'Gioventù bruciata'
Pd
Renzi si dimette da segretario Pd, ora candidature o congresso
Pd
Termina assemblea Pd, Orfini: "Congresso formalmente indetto"
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
"Benvenuto Brunello" Guida Rossa Michelin firma piastrella 2016
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
SpaceX, rinviato lancio del Falcon-9 dalla piattaforma Nasa 39-A
TechnoFun
Amazon, a tempo di record i lavori per nuovo centro vicino Roma
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia