sabato 21 gennaio | 22:56
pubblicato il 21/set/2016 13:27

Referendum e sistema salute: il 28 settembre convegno a Roma

Ripercussioni del sì o del no sul sistema salute. Evento di Roche

Referendum e sistema salute: il 28 settembre convegno a Roma

Roma, 21 set. (askanews) - Il 28 settembre al Tempio di Adriano di Roma evento per approfondire le novità proposte dalla modifica al Titolo V e le possibili ricadute sul Sistema Salute: le ragioni del SI' e del NO a confronto per informare i cittadini sui possibili impatti in ambito sanitario.

Dopo l'approvazione in via definitiva da parte del Parlamento, a breve gli italiani saranno chiamati ad esprimersi sul referendum in merito alla Riforma costituzionale. Diverse sono le novità che potrebbero essere introdotte, ma se molto si è discusso su temi come la modifica del bicameralismo poco o nulla si è detto sulle possibili ricadute sul Sistema Salute, sia a livello nazionale che su scala regionale.

Per comprendere meglio i possibili impatti sul sistema sanitario e contribuire ad un'opinione pubblica più informata, Roche con il patrocinio di Farmindustria e dell'Osservatorio Nazionale sulla Salute delle Regioni Italiane promuove un evento dal titolo "Riforma costituzionale e salute: possibili scenari nazionali e regionali", un appuntamento pensato come momento di confronto e di discussione che si terrà il 28 settembre alle 18.00 presso la Sala del Tempio di Adriano della Camera di Commercio di Roma. Grazie alla partecipazione di esponenti istituzionali, nazionali e regionali, esperti e tecnici del settore, rappresentanti dell'associazionismo, verranno rappresentate ed approfondite le ragioni del Sì e del No, con l'obiettivo di contribuire ad un dibattito costruttivo sui possibili cambiamenti e sulle ricadute in materia sanitaria derivanti dall'eventuale modifica costituzionale.

"Come azienda fortemente impegnata a fianco dei pazienti, dei clinici e delle istituzioni, promuovere un dibattito sulla riforma costituzionale, che dia spazio in egual misura alle ragioni favorevoli e contrarie alla riforma, è un ulteriore modo per rafforzare il diretto dialogo tra e con tutti gli attori del Sistema Salute - commenta Maurizio de Cicco, Presidente e Amministratore Delegato di Roche S.p.A. - Riteniamo, inoltre, che questo evento possa aiutare ad approfondire le dinamiche istituzionali ed organizzative connesse alla salute, diritto primario della persona e che possa quindi contribuire ad un voto più consapevole, valorizzando nel contempo il ruolo del settore farmaceutico, quale parte integrante e fondamentale del comparto sanitario".

La sanità sarà interessata dalla riforma del Titolo V della Costituzione e in particolar modo dalla modifica dell'articolo 117 che sancisce il riparto delle competenze tra Stato e Regioni. Al centro del dibattito le possibili conseguenze dell'abrogazione della legislazione concorrente tra Stato e Regioni, gli impatti della cosiddetta "clausola di supremazia" e i potenziali cambiamenti negli assetti organizzativi regionali e nazionali, ma anche la mobilità interregionale per motivi di cura, l'accesso alla cura e alla terapia, le liste d'attesa e i LEA.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Prodi: alla sinistra serve un nuovo riformismo
Governo
Grasso: legislatura duri fino a 2018 per recuperare tempo perduto
Pd
Guerini: Bene Prodi. Ora il Mattarellum, è lo strumento migliore
Parma
Pizzarotti: mi ricandido, non lascio un buon lavoro a metà
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4