lunedì 05 dicembre | 12:14
pubblicato il 06/set/2011 19:07

Referendum/ Domani sit-in referendari alla Rai: Basta bavaglio

Del tutto ignorato da quando è partita raccolta di firme"

Referendum/ Domani sit-in referendari alla Rai: Basta bavaglio

Roma, 6 set. (askanews) - Sit-in del comitato promotore dei referendum per abrogare la legge elettorale, domani dalle 10 alle 18, davanti alla sede Rai di viale Mazzini per protestare contro "questo insopportabile bavaglio di cui la dirigenza della Rai è responsabile". Da quando è partita la raccolta delle firme per l'abrogazione della legge elettorale e il ripristino dei collegi uninominali - spiegano i referendari - gran parte dell'informazione pubblica della Rai, nonostante le note e le sollecitazioni dell'Autorità garante nelle comunicazioni, ha ignorato completamente l'iniziativa ponendo un vero e proprio bavaglio all'informazione libera, plurale e giusta che ha il dovere di garantire". Al sit-in di domani saranno presenti il presidente del Comitato Andrea Morrone, il coordinatore politico Arturo Parisi, Loredana De Petris di Sel e Arianna Ciccone de 'La Valigia blu'.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum, Di Maio: da domani al lavoro per futuro governo M5s
Riforme
Referendum, Renzi: ho perso io e mi dimetto, ma senza rimorsi
Riforme
Referendum,Si:respinti rappresentanti no a scrutinio voto estero
Riforme
Referendum, Grillo: addio Renzi, ha vinto la democrazia
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari