mercoledì 07 dicembre | 21:20
pubblicato il 19/mar/2011 19:33

Referendum/ Di Pietro sfida:Voto politico per cacciare Berlusconi

Se vince sì Napolitano prenderà atto che premier non ha consenso

Referendum/ Di Pietro sfida:Voto politico per cacciare Berlusconi

Roma, 19 mar. (askanews) - Parte da piazza Navona la sfida dell'Italia dei Valori sui referendum contro il legittimo impedimento, contro la privatizzazione dell'acqua e contro il nucleare e l'appello di Antonio Di Pietro "a tutte le forze politiche, sociali economiche": "Dateci una mano a convincere i cittadini", è stata l'esortazione dell'ex pm in chiusura della manifestazione che ha lanciato la campagna referendaria perché questa "non è una battaglia politica tra l'Idv e chissà chi" ma si tratta di "temi planetari, né di destra, né di sinistra". Tuttavia, è sulla questione della legge che permette al premier Silvio Berlusconi di evitare i processi, quella contro cui l'Idv ha raccolto "oltre 2 milioni di firme", che il discorso di Di Pietro si è infiammato: "Dobbiamo adottare lo stesso metodo che usa lui quando dice che è legittimato a governare dal popolo - ha spiegato l'ex pm - lanciamogli una sfida: vediamo se è vero che hai il popolo dalla tua parte". E allora la domanda del referendum, ha sintetizzato Di Pietro, diventa: "Ma tu lo vuoi ancora o no? Se non lo vuoi, vota sì al referendum. Sarà un voto politico per mandare a casa Berlusconi. Se vincono i sì, il giorno dopo anche Napolitano dovrà prendere atto che Berlusconi non ha più il consenso popolare e deve andare a casa". "Tutti - ha concluso Di Pietro - hanno capito com'è Berlusconi. Ma siccome non si possono prendere i bastoni, né si può aspettare il 2013 o che lui si dimetta da solo visto che non lo farà mai visto che è andato a Palazzo Chigi per evitare la galera e che il Parlamento non lo manderà mai via perché la maggior parte dei parlamentari sono sotto ricatto, allora bisogna votare al referendum contro il legittimo impedimento". Sul nucleare, infine, Di Pietro ha accusato il governo di "sciacallaggio" perché "dice che sta riflettendo. Loro stanno riflettendo al cesso...ma lo fanno solo per evitare che i cittadini vadano a votare...".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
L.Bilancio
L.Bilancio, governo pone fiducia in aula Senato su art.1
Fi
Fi, Berlusconi ricoverato. Zangrillo: stress, a breve dimesso
Pd
Pd, Orfini: ok sostegno militanti ma sia senza rabbia
Governo
Renzi: governo istituzionale ma largo, sennò non temo voto
Altre sezioni
Salute e Benessere
Robot indossabile ridà capacità di presa a persone quadriplegiche
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni