lunedì 23 gennaio | 06:24
pubblicato il 01/dic/2016 11:54

Referendum, Bagnasco: dopo divergenze inevitabili prevarrà unità

"Sarà preponderante il senso di appartenenza ad un unico popolo"

Genova, 1 dic. (askanews) - "Tutte le elezioni, naturalmente con i debiti distinguo, segnano sempre delle differenze, è inevitabile, fa parte della natura stessa di ogni tipo voto ma, al di là delle differenze legittimamente espresse, naturalmente poi il senso di appartenenza ad un unico popolo, ad un unica nazione, sicuramente prevarrà come è sempre successo". Lo ha detto il presidente della Cei e arcivescovo di Genova, cardinale Angelo Bagnasco, rispondendo, a margine della messa celebrata questa mattina per i lavoratori della compagnia unica del porto del capoluogo ligure, alla domanda di un giornalista sul rischio di divisioni nel Paese all'indomani del referendum costituzionale del 4 dicembre.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Nato
Emiliano: Trump ignora la Nato? Potremmo rinegoziare trattati
Usa
Gentiloni: Trump? Collaboreremo ma abbiamo i nostri valori
Pd
Emiliano: se qualcuno apre il congresso mi candido segretario Pd
Governo
Gentiloni: D'Alema non aiuta la discussione, troppo polemico
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4