giovedì 08 dicembre | 11:22
pubblicato il 01/dic/2016 11:54

Referendum, Bagnasco: dopo divergenze inevitabili prevarrà unità

"Sarà preponderante il senso di appartenenza ad un unico popolo"

Genova, 1 dic. (askanews) - "Tutte le elezioni, naturalmente con i debiti distinguo, segnano sempre delle differenze, è inevitabile, fa parte della natura stessa di ogni tipo voto ma, al di là delle differenze legittimamente espresse, naturalmente poi il senso di appartenenza ad un unico popolo, ad un unica nazione, sicuramente prevarrà come è sempre successo". Lo ha detto il presidente della Cei e arcivescovo di Genova, cardinale Angelo Bagnasco, rispondendo, a margine della messa celebrata questa mattina per i lavoratori della compagnia unica del porto del capoluogo ligure, alla domanda di un giornalista sul rischio di divisioni nel Paese all'indomani del referendum costituzionale del 4 dicembre.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Fi
Fi, Berlusconi ricoverato. Zangrillo: stress, a breve dimesso
Governo
Consultazioni Mattarella fino a sabato, chiudono Fi M5s e Pd
Governo
Comitato del No: sarebbe bene Colle ci convocasse a consultazioni
Governo
Renzi: chi non vuole voto sostenga governo o urne dopo Consulta
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni