sabato 10 dicembre | 09:02
pubblicato il 12/nov/2014 18:01

Realacci: curare il territorio per prevenire tragedie maltempo

'In Liguria scegliere: Gronda o lotta a dissesto idrogeologico?'

Realacci: curare il territorio per prevenire tragedie maltempo

Roma, 12 nov. (askanews) - Investire nel risanamento del territorio per combattere il dissesto idrogeologico dovrebbe essere "una priorità": così il presidente della commissione Ambiente della Camera Ermete Realacci (Pd) commenta l'ondata di tragedie che hanno colpito in questi mesi diverse regioni italiane a causa del maltempo. "In Italia - spiega al cronista - abbiamo avuto migliaia di morti dal dopoguerra ad oggi per frane, alluvioni, terremoti, abbiamo speso 240 miliardi di euro per riparare ai danni. E invece di discutere su come costruire case che non crollino o non siano travolte dalle inondazioni parliamo della sentenza dell'Aquila sulla commissione Grandi rischi".

Secondo l'esponente democratico, che è presidente onorario di Legambiente, "questa fragilità del territorio, che non è una novità, è accentuata dai fenomeni meteorologici estremi, aumentati del 900 per cento, dovuti ai cambiamenti climatici, che in una terra circondata dal mare come l'Italia si sentono più che altrove. Ma c'è una novità: l'unità di missione presso la Presidenza del Consiglio, che dovrebbe consentirci di recuperare i fondi non spesi. Finora troppi fondi o sono andati in opere inutili o non sono stati spesi. Ci sono 4 miliardi di euro da spendere contro il dissesto idrogeologico e per la depurazione delle acque e che in parte rischiamo di perdere".

Ma il punto politico per Relacci è soprattutto quello delle priorità: "Ad esempio in Liguria, che ha una orografia che non possiamo cambiare e dove si è costruito molto e spesso male, potendo scegliere dovremmo spendere per la Gronda o il Terzo valico oppure per combattere il dissesto? Anche i posti di lavoro che crea il risanamento del territorio sono molti di più rispetto alle grandi opere". Altro problema da non trascurare, a giudizio del parlamentare Pd, è il sistema degli allerta meteo: "Abbiamo - sostiene - un ottimo sistema di protezione civile, ma l'allerta meteo va omogeneizzato su tutto il territorio nazionale. L'allerta meteo deve arrivare a tutti i cittadini e questi devono sapere cosa fare: ci sono persone che sono morte perché stavano in macchina durante un'alluvione e questo non può succedere".

Quanto alle polemiche sollevate dall'opposizione, in particolare dal Movimento 5 stelle, sul decreto sblocca Italia, questo, dice Realacci, "conteneva delle norme discutibili ma in gran parte sono state corrette alla Camera. E comporta un consumo del suolo zero".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Renzi verso ok a governo Gentiloni, ma su data voto è rebus
Governo
Orlando: governo per andare al voto, ma Pd non lo fa da solo
Governo
Tosi al Colle: incarico a una figura dal profilo internazionale
Governo
Seconda giornata consultazioni da Mattarella, Gentiloni in pole
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Europei, Olimpiadi e terremoto, il 2016 su Facebook in Italia
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina