domenica 22 gennaio | 04:48
pubblicato il 21/giu/2011 19:28

Rai/Consiglieri opposizione: pulizia in azienda e più autonomia

Preoccupati per fango P4 su azienda. Risolviamo problemi concreti

Rai/Consiglieri opposizione: pulizia in azienda e più autonomia

Roma, 21 giu. (askanews) - "Nel momento in cui si sta scrivendo una pagina non edificante della Rai, bisogna riprendere a lavorare nell'interesse dell'azienda, facendo pressing sulle strutture aziendali per fare un percorso diverso rispetto al passato. C'è bisogno di maggiore autonomia, e vogliamo che questo sia esplicitata dai vertici della Rai". E' quanto ha affermato il consigliere Rai Rodolfo De Laurentiis, in una conferenza stampa con i colleghi dell'area di opposizione, Nino Rizzo Nervo e Giorgio Van Straten. I tre membri del Consiglio d'amministrazione chiedono che l'azienda ritorni a risolvere i problemi concreti, proprio nel momento in cui viene coinvolta nell'inchiesta sulla P4: "La situazione economica è molto grave e l'obiettivo non può essere il pareggio" ha affermato Rizzo Nervo. Occorre ora secondo i consiglieri mettere in sicurezza i conti con un intervento sul piano industriale, un impegno nella qualità del prodotto, una riorganizzazione con una catena di controllo e comando, un confronto con organizzazioni sindacali sul contratto collettivo di lavoro, un controllo sulla pubblicità, che nonostante gli ascolti crescano, continua a calare. Soprassedendo in questa fase anche al varo delle nomine. "Dalle intercettazione emerge un quadro di gestione aziendale inaccettabile: dobbiamo difenderla dagli schizzi di fango" ha affermato Van Straten, mentre Rizzo Nervo ha detto: "Quel fango rischia di diventare una frana per la Rai: chi deve fare chiarezza è l'azienda stessa. C'è bisogno di un'operazione di verità e trasparenza. Tutti coloro che figurano nelle telefonate di Bisignani devono essere fatti fuori dalla Rai". Rizzo Nervo ha chiesto un'azione di discontinuità con i 2 anni di direzione Masi, "nella strategia, nelle scelte professionali, nella pulizia al suo interno". Ancora aperta e tutta da risolvere la questione dei contratti a Gabanelli, Dandini e Santoro per i tre consiglieri. Rizzo Nervo ha ricordato che i contratti di Fazio devono ancora passare in Consiglio, che bisogna risolvere quello della Gabanelli, a cui bisogna integrare la clausola con cui la Rai assicura di farsi carico di ogni possibile contenzioso legale "A meno che qualcuno ci dica: ci hanno detto di non rinnovarlo". Secondo il consigliere neanche la vicenda Santoro può dirsi ancora chiusa: "Deve esprimersi il Consiglio, che ha poteri di legge per decidere su quella vicenda come è stata impostata dall'azienda".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Prodi: alla sinistra serve un nuovo riformismo
Governo
Grasso: legislatura duri fino a 2018 per recuperare tempo perduto
Pd
Guerini: Bene Prodi. Ora il Mattarellum, è lo strumento migliore
Parma
Pizzarotti: mi ricandido, non lascio un buon lavoro a metà
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4