domenica 04 dicembre | 17:31
pubblicato il 11/giu/2014 16:08

Rai: Tarantola, no indicazioni privatizzazione ma vendita quota RaiWay

Rai: Tarantola, no indicazioni privatizzazione ma vendita quota RaiWay

(ASCA) - Roma, 11 giu 2014 - ''Non ho alcuna indicazione su una eventuale privatizzazione della Rai''. Lo afferma il presidente della Rai, Anna Maria Tarantola in audizione in commissione parlamentare di Vigilanza.

Tutto parte dal taglio di 150 milioni di euro chiesto a Viale Mazzini dal dl Irpef. ''A bocce ferme - spiega Tarantola - la perdita per la Rai'', dopo il decreto, ''e' di 162 milioni gia' a partire da settembre con un forte impatto importante per il capitale netto''. Tra le azioni valutate per fare fronte a cio' ''c'e' la vendita di una quota di minoranza Rai Way, attraverso la quale tutto si dovrebbe risolvere''. Su questo tema, dice ancora Tarantola, la ricerca di investitori per la vendita e' ''stata allargata anche agli investitori istituzionali''.

In ogni caso, aggiunge, ''intraprenderemo tutte le azioni necessarie, perche' l'azienda abbia continuita' operativa e aziendale''.

fdv

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum, seggi aperti in tutta Italia: sì o no a riforma Renzi
Riforme
Referendum,voto cattolico plurale:da no Family day a sì gesuiti
Riforme
Vigilia del voto, Sì e No si accusano di violare il silenzio
Riforme
Referendum, quante volte è cambiata la Costituzione dal '48 a oggi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari