sabato 21 gennaio | 07:33
pubblicato il 01/giu/2013 17:13

Rai: Grillo, e' la voce del padrone. Giornalisti dovranno rendere conto

Rai: Grillo, e' la voce del padrone. Giornalisti dovranno rendere conto

(ASCA) - Roma, 1 giu - ''Rai1, Rai2 e Rai3 sono occupate dai partiti. Non e' una notizia. Non e' una novita'. Il vero scandalo e' che questo non da' piu' scandalo. Si da' ormai per scontato che plotoni di addetti stampa raccontino le balle dei partiti senza vergogna pagati dal canone, dalla pubblicita' e dalle tasse. Molti giornalisti della Rai dovranno in futuro rendere conto della loro omerta', dei loro attacchi telecomandati, dei loro silenzi''. Sono i nuovi attacchi del leader del Movimento 5 Stelle, Beppe Grillo, ai giornalisti. Dal suo blog, in un post dal titolo 'Rai: la voce del padrone', il comico genovese ha sottolineato che queste persone ''sono responsabili piu' dei loro padroni, di chi li ha assunti, di chi gli telefona (ma sovente non e' neppure necessario) per dettargli palinsesto, contenuti e persino le parole e le pause. Non ci sono piu' le veline, si e' passati direttamente alla dettatura''.

''Scandalo nello scandalo, la Rai e' un pozzo senza fondo: in un'Italia che non ha piu' neppure gli occhi per piangere - scrive il leader 5 Stelle - ha perso 200 milioni di euro nel 2012. Il direttore generale Gubitosi e la presidente Tarantola rimangono imperterriti ai loro posti e dai consiglieri di amministrazione non un fiato. Cosa fanno dalla mattina alla sera questi signori ben pagati dagli italiani? Una Rai lottizzata. Un non luogo dell'informazione che fa rimpiangere persino l'era socialista, quando di tre assunti uno era democristiano, l'altro socialista e il terzo bravo.

Ora il terzo viene spartito tra Sel e Lega''. Grillo ha poi spiegato che ''quando c'e' un colpo di Stato, la prima cosa messa in atto e' il controllo dei mezzi di informazione. Il cittadino pero', mentre avviene, ne e' consapevole. Sa che, da quel momento, la dittatura usera' la televisione per legittimare se' stessa e si comporta di conseguenza. I sovietici leggevano la Pravda, ma non le credevano. Gli italiani guardano la televisione e le credono. Non hanno anticorpi, pensano di vivere in una democrazia''.

brm/sam/ss

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd, Renzi al Nazareno incontra big del partito
Craxi
Berlusconi: mi manca Craxi, è stato vittima di un golpe
Terremoti
Terremoto, Finocchiaro: stanziati 30 milioni per l'emergenza
Maltempo
Rigopiano, Gentiloni: grazie a chi salva vite, forza e coraggio
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4