martedì 21 febbraio | 06:45
pubblicato il 02/giu/2014 20:01

Rai: Fabbri (Pd), discutiamo su tagli sprechi ma sciopero sbagliato

(ASCA) - Roma, 2 giu 2014- ''Io credo che discutere di come l'azienda Rai puo' riqualificare e rilanciare il servizio pubblico sia giusto e importante. E credo necessario che un contributo alla discussione possa venire dalle tante competenze interne alla stessa azienda. I risparmi sono un dovere per tutti e anche la Rai puo' contribuire al risanamento del nostro Paese compiendo i necessari risparmi ma senza che questo voglia dire effettuare tagli lineari o ridimensionare la propria mission. Quindi ben venga una discussione pubblica sulla principale azienda culturale del nostro Paese. Quello che non si comprende e' la scelta di indire una sciopero che non ha motivazioni. Nessuno vuole colpire la Rai nella sua autonomia ma solo razionalizzare una azienda che, proprio per la sua importanza, deve essere riformata per fornire un servizio pubblico senza sprechi ma piu' efficiente e all'altezza dei tempi''. Lo afferma la senatrice del Pd Camilla Fabbri, membro della Commissione di vigilanza Rai. com-njb

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
M5s
Vertici M5s a Roma, possibile incontro Grillo-Raggi in Campidoglio
Pd
Enrico Letta: Pd non può finire così, attonito da cupio dissolvi
Elezioni
Blog Grillo: pazienza italiani ha un limite, lasciateci votare
Pd
Ultime ore per arginare la scissione nel Pd, occhi su Emiliano
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
Verona Fiere, Evoo Days, al via il primo forum per filiera olio
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
Onde gravitazionali, inaugurato a Cascina l'Advanced Virgo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia