lunedì 20 febbraio | 07:34
pubblicato il 08/giu/2011 20:26

Rai/ Domani ok Cda a palinsesti, difficile voto unanime

Per Lei su Raitre tempi tecnici. Ipotesi Ballarò anti Santoro

Rai/ Domani ok Cda a palinsesti, difficile voto unanime

Roma, 8 giu. (askanews) - Ancora dibattito sui palinsesti autunnali Rai in Cda, via libera rinviato a domani e difficilmente sarà unanime. Diverse i nodi su cui oggi si è tornati in Consiglio, dai contratti dei programmi di Raitre, alle mancate conferme di alcuni programmi di Raiuno, alla sostituzione di Annozero su Raidue. E sulla vicenda Santoro il consigliere d'opposizione De Laurentiis che ha chiesto chiarezza specie sui termini economici del divorzio tra l'azienda e il conduttore. Un'uscita pesante, che in Rai qualcuno immagina di compensare contrapponendo Ballarò al programma che Santorò dovrebbe fare su La7 una volta conclusa la trattativa. Solo ipotesi ovviamente, su cui si ragionerà solo quando sarà certo l'approdo del conduttore sulla rete, e una volta capito quale programma farà. Ma sui 'marchi' di Raitre si è ancora un passo indietro: oggi i consiglieri d'opposizione Nino Rizzo Nervo e Giorgio Van Straten, a quanto si apprende, avrebbero chiesto garanzie sui contratti che, a palinsesti approvati, andranno messi in cantiere. Per Fabio Fazio, Giovanni Floris e Serena Dandini, tutti non dipendenti e dunque pronti - nel caso - a portare i loro programmi altrove, restano aperte le porte de La7: i contatti ci sono stati e ormai tutto si gioca sui tempi aziendali. L'intenzione, per i conduttori, è di aprire la nuova stagione di Che tempo che fa, Ballarò e Parla con me in Rai: ma non basta che i programmi siano in palinsesto, vanno definiti i contratti e non all'ultimo, come fu l'anno scorso con Masi Dg (Dandini ad esempio firmò ad un giorno dalla messa in onda), per poter innovare, conquistare volti nuovi. E' giugno insomma il termine ultimo entro cui bisognerebbe chiudere. Lei, in Cda, avrebbe assicurato che i contratti sono in cantiere, che necessitano solo di tempi tecnici e che quelli in corso sono solo normali approfondimenti. Diversa la versione che viene data dall'altra parte, con incontri definiti non semplici. Altra questione, il sostituto di Annozero: non vi sarebbero ipotesi di peso, e al momento in prime time il giovedì andrà un telefilm. Nodi anche per Raiuno, dove sarebbe saltato il contenitore pomeridiano affidato a Paola Perego mentre dovrebbe rientrare la Domenica in di Lorella Cuccarini. Domani l'atteso via libera, con la presa d'atto formale. Ma potrebbe non essere unanime: da vedere se per Rizzo Nervo e Van Straten saranno sufficienti le garanzie date da Lei per Raitre, e non è certo l'assenso di De Laurentiss, che terza rete a parte, lamenta in generale poca innovazione nei palinsesti.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd, ultima trattativa con Emiliano su primarie dopo comunali
Pd
Cuperlo a Renzi: scendi da auto, non fare 'Gioventù bruciata'
Pd
Renzi si dimette da segretario Pd, ora candidature o congresso
Pd
Renzi apre congresso Pd, minoranza accusa: "Sceglie scissione"
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
"Benvenuto Brunello" Guida Rossa Michelin firma piastrella 2016
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
SpaceX, rinviato lancio del Falcon-9 dalla piattaforma Nasa 39-A
TechnoFun
Amazon, a tempo di record i lavori per nuovo centro vicino Roma
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia