giovedì 08 dicembre | 09:36
pubblicato il 05/feb/2014 15:40

Rai: azienda, soddisfatti per sentenza Tar

(ASCA) - Roma, 5 feb 2014 - Il TAR del Lazio ha accolto i ricorsi proposti dalla RAI contro i provvedimenti con cui l'Autorita' per le Garanzie nelle Comunicazioni (A.G.COM) ha ordinato alla azienda radiotelevisiva di assicurare, nel ciclo del programma ''Che tempo che fa'' e nel ciclo del programma ''In mezz'ora'' , adeguato spazio al Pdl, ripristinando parita' di trattamento. Il procedimento, spiega una nota di Viale Mazzini, era stato avviato a seguito di un esposto presentato dal presidente del gruppo parlamentare Pdl alla Camera dei Deputati, Renato Brunetta, il quale si lamentava che trasmissioni televisive considerate, nel periodo compreso tra settembre 2012 e maggio 2013, su 60 puntate trasmesse, sarebbero stati ospitati molti piu' esponenti riconducibili all'area del centrosinistra rispetto ad ospiti riconducibili alla coalizione di centrodestra. Il Giudice amministrativo ha ritenuto illegittimi i provvedimenti dell' A.G.COM stabilendo che ''come appropriatamente osserva la ricorrente, l'A.G.Com.

ha qui applicato ad un programma di informazione le regole e i canoni, di tipo quantitativo, stabiliti dall'ordinamento per i programmi di comunicazione politica nel periodo elettorale, e per cui esiste una disciplina speciale nella 1.L. 22febbraio 2000, n.28: per valutare la correttezza dell'informazione fornita da ''In 1/2 ora'', e' stato cioe' predisposto un semplice calcolo statistico sulle presenza (a prescindere se, in specie, le appartenenze degli intervistati siano state correttamente individuate), e su tale fondamento si e' pervenuti al provvedimento gravato''. Inoltre lo stesso TAR ha affermato in entrambe le motivazioni che '' invero per chi legittimamente dispone ed e' responsabile del medium, la liberta' d'informare include anche quella di stabilire, secondo esperienza ed a proprio rischio professionali, a quali informazioni politico-sociali l'opinione pubblica sia maggiormente interessata in un determinato momento, scegliendo egli per conseguenza quale prodotto informativo offrire, secondo il format impiegato.'' Il TAR ha quindi statuito il seguente principio di diritto: ''Per stabilire se una trasmissione di informazione rispetti i principi di completezza e correttezza dell'informazione, obiettivita', equita', lealta', imparzialita' e pluralita' dei punti di vista e parita' di trattamento non e' particolarmente significativo il numero degli esponenti di ciascun raggruppamento politico e la quantita' di tempo a ciascuno di essi dedicata'' essendo invece necessario verificare le concrete ''modalita' di conduzione del programma'', ''con riferimento a criteri qualitativi'' considerando ad esempio ''quale trattamento sia stato riservato ai politici interessati'', se ''una maggiore presenza dei rappresentanti di una certa forza politica possa trovare adeguata giustificazione dalle vicende interne a questa forza politica e in un determinato periodo'' a ''quali informazioni politico-sociali l'opinione pubblica sia maggiormente interessata in un determinato momento''. La Rai, conclude la nota, esprime soddisfazione per l'accoglimento delle proprie istanze.

com-fdv

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Fi
Fi, Berlusconi ricoverato. Zangrillo: stress, a breve dimesso
Pd
Pd, Orfini: ok sostegno militanti ma sia senza rabbia
L.Bilancio
L.Bilancio, governo pone fiducia in aula Senato su art.1
Governo
Consultazioni Mattarella fino a sabato, chiudono Fi M5s e Pd
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni