venerdì 24 febbraio | 14:15
pubblicato il 04/lug/2014 20:16

Rai: Anzaldi (Pd), gravi parole Floris, Vigilanza lo ascolti

(ASCA) - Roma, 4 lug 2014 - ''Le parole di Giovanni Floris dopo il suo addio alla Rai sono molto gravi, tanto da ipotizzare un approfondimento da parte dell'Ordine dei giornalisti. La commissione di Vigilanza valuti se non sia opportuno invitare il conduttore per ascoltare la sua opinione''. E' quanto dichiara il deputato del Partito democratico e segretario della commissione di Vigilanza Rai, Michele Anzaldi. ''Il conduttore dice che la Rai non sposava le sue idee - spiega Anzaldi - e lui faticava a trovarsi con quelle dell'azienda. Sono parole gravi, che parlano di divergenze editoriali e non possono certamente essere lasciate cadere cosi', a maggior ragione trattandosi di un volto dell'informazione del servizio pubblico. Si parla di scelte editoriali e idee, un terreno decisamente scivoloso. Al prossimo ufficio di presidenza della commissione di Vigilanza chiedero' che si valuti se non sia opportuno invitare i soggetti coinvolti in questa vicenda per fare chiarezza''. com/vlm

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Sinistra
Scotto: nuova forza di sinistra con ex Pd, con noi 17 ex Si
Ncd
Alfano: i moderati tornino uniti contro il populismo
Ue
Mattarella:Ue ha valore irreversibile, da crisi uscirà più forte
Pd
Nel Pd braccio di ferro su data primarie, Orlando in campo
Altre sezioni
Salute e Benessere
Tribunale malato: per 1 medico su 3 troppo poco tempo per paziente
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Internet of Things: dopo la "nuvola" si studia la "nebbia"
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech