martedì 17 gennaio | 14:22
pubblicato il 29/set/2011 21:03

Radicali/ Bersani calma gli animi, cattolici insistono: Ora via

Fioroni: "Se si dice una cosa va fatta...". Pannella: 'Poveracci'

Radicali/ Bersani calma gli animi, cattolici insistono: Ora via

Roma, 29 set. (askanews) - La polemica con i Radicali Pier Luigi Bersani l'avrebbe proprio evitata, il segretario democratico non è certo contento che i sei deputati si siano tirati indietro sulla sfiducia a Saverio Romano, ma di sicuro non vuole fare dell'episodio l'occasione per una rottura con Emma Bonino e Marco Pannella. La richiesta di espulsione evocata ieri sera a caldo da Rosy Bindi è stata stoppata dal direttivo del gruppo parlamentare e la questione è stata rimessa al partito, ma, appunto, il segretario non ha alcuna intenzione di protrarre oltre la vicenda: intanto perché ritiene che l'episodio sia sì sgradevole, ma non dirimente dal punto di vista politico; poi, perché in un momento come questo non sarebbe una idea intelligente cacciare i radicali e rischiare che Silvio Berlusconi tenti magari di avviare un corteggiamento politico. Peraltro, se è vero che l'ala cattolica del partito chiede la fine dell'alleanza, nel Pd ci sono anche molti che frenano. "L'espulsione è stata esclusa a larga maggioranza", ha spiegato uno dei componenti del direttivo del gruppo Pd alla Camera. E Paolo Gentiloni, uno dei leader della minoranza del partito, ha aggiunto: "Sono sempre stato contrario ad affrontare problemi politici con strumenti disciplinari, è evidente che ieri si è manifestato un problema politico di prima grandezza. Lo si affronti sul piano politico". In realtà, Bersani non ha nemmeno intenzione di chiedere 'chiarimenti' a Marco Pannella o a Emma Bonino, secondo quanto viene riferito. Il segretario non ha sentito al telefono i leader radicali, assicurano i suoi, e non ha incontri in agenda. E la stessa Bindi, che era stata tra le più dure, ha voluto tenere fuori Bersani: "Quando si fa parte di una squadra si rispettano le regole della squadra. Trovo bizzarro che il gruppo abbia rinviato tutto al partito, i Radicali non fanno parte del partito. Vorrà dire che noi rimanderemo la questione al gruppo...". Lunedì ci sarà la direzione ed esponenti come Antonello Giacomelli, vicinissimo a Dario Franceschini, assicurano che dei Radicali si parlerà eccome: "E' finita una fase politica, ora ci vuole una separazione consensuale. La direzione affronterà la questione". A dire il vero, però, anche un cattolico doc come Giuseppe Fioroni, sempre in contatto con Raffaele Bonanni e con i vertici della Chiesa, sembra scettico sulla possibilità di arrivare ad un qualche risultato: i Radicali sarebbe meglio non averli in casa, ma se non è possibile arrivare a questo è più prudente non dire nulla. "Secondo me i radicali li dobbiamo rendere liberi. Dopodiché esprimo la banale idea che bisogna evitare di dire cose che poi non vengono messe in atto: se si dicono cose si devono tramutare in fatti, sennò meglio non dire. Qualche volta servono dimostrazioni di forza e non ulteriori esercizi di debolezza. Alcune volte il silenzio è d'oro". Insomma, è probabile che alla fine si possa parlare di 'molto rumore per nulla'. L'unico che sta ricavando qualcosa da tutta questa vicenda è proprio Pannella, di nuovo al centro dell'attenzione dei media grazie alla polemica. Domattina sarà intervistato da Maurizio Belpietro su Canale5, oggi ha prima mandato un comunicato sarcastico ("Il coraggioso e gentile Presidente Dario Franceschini, per il compleanno di Pier Luigi Bersani gli ha fatto il dono di rimettergli l'empito espulsivo suo e di qualche altro compagno"), poi ha parlato a Radio24 maramaldeggiando sul Pd: "Quelli del Pd sono dei poveracci che forniscono costantemente alla maggioranza la possibilità di prendersi fiducie, come è successo ieri con Romano. Come partito sono vuoti al centro, c'è il vuoto di idee e l'unica cosa certa è che D'Alema e Berlusconi sono ufficialmente una coppia fissa".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Conti pubblici
Ue sollecita manovra correttiva. Gentiloni vede Padoan
Quirinale
Mattarella da oggi in Grecia in visita ufficiale
Centrodestra
Salvini sfida Berlusconi su leadership. Cav: io ancora decisivo
Conti pubblici
Di Maio: Renzi ha indebitato l'Italia, noi paghiamo il conto
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
Vola il mercato dell'auto nel 2016, crescita a due cifre per Fca
Enogastronomia
In Cina il liquore invecchia nelle canne di bambù
Turismo
Nel 2016 Roma è stata la meta italiana preferita dagli europei
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Moda Milano, guardaroba Trussardi per l'uomo s'ispira ai tarocchi
Scienza e Innovazione
Spazio, quando Cernan disse: un sognatore tornerà sulla Luna
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Dal 26 marzo al via i nuovi voli da Milano-Malpensa