mercoledì 22 febbraio | 18:51
pubblicato il 28/giu/2011 17:25

Quote rose/ Sono legge, via libera bipartisan anche dalla Camera

Ok da tutti i gruppi,Radicali astenuti.438 sì,27 no,64astensioni

Quote rose/ Sono legge, via libera bipartisan anche dalla Camera

Roma, 28 giu. (askanews) - Via libera bipartisan anche dalla Camera, dopo quello avuto dal Senato, alla legge per l'introduzione delle 'quote rosa' nei cda delle società quotate in borsa e controllate che è stata così definitivamente licenziata dal Parlamento e passa ora alla firma del Capo dello Stato per la promulgazione e la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale. Il risultato alla Camera è stato di 438 voti a favore della nuova legge, 27 contrari e 64 astensioni. A favore hanno votato tutti i gruppi parlamentari, mentre hanno dichiarato in aula la loro astensione i sei parlamentari Radicali eletti nel Pd. "Come Radicali siamo sempre stati contrari alle quote", ha spiegato Rita Bernardini. Con loro, in dissenso dai rispettivi gruppi, le deputate leghista Manuela Dal Lago e dell'Udc Luisa Capitanio Santolini. Contro la legge, diversamente dal proprio e dagli altri gruppi, si sono espressi in aula i deputati Pdl Andrea Orsini, Fabio Garegnani, Emerenzio Barbieri, Giancarlo Lernher. "Il sistema delle quote lo considero - ha detto Orsini- illiberale e grave: lo Stato non può scegliere in tutto o in parte la composizione di cda societari. La libertà di impresa e i diritti di ogni cittadini, non sono divisibili: devono andare tutti nella stessa direzione che non è certo quella delle quote" . "Le quote - ha fatto eco Gragnani- sono profondamente discriminatorie: e sono profondamente offensive per la diginità della donne, non a sua tutela". "Le quote si conciliano ben poco - ha aggiunto Barbieri- con lo spirito liberale del nostro movimento politico: rinnegano la meritocrazia, creano riserve indiane". "Sono offensive per le donne e un grave vulnus al principio di vera uguaglianza", ha fatto eco Lerner. "E' un grande giorno per paese. Una grande occasione per dimostrare non siamo democrazia dimezzata. E' un testo condiviso, equilibrato, avanzato: mi onoro di averla proposta e portata avanti; è una legge epocale di cui ringrazio tutti: Governo, ministro Carfagna, gruppi parlamentari e le commissioni e le centinaia di donne che mi hanno sempre sostenuta", ha detto in aula Lella Golfo, deputata Pdl, coautrice con la Pd Alessia Mosca della proposta di legge approvata. "Ringrazio tutti coloro che hanno collaborato per questa legge: purtroppo i maschietti di questo Parlamento quando si tratta di 'tutelare' le donne si prodigano mentre quando si tratta di attribuire responsabilità di potere si tirano indietro ", ha detto dai banchi del Pd Paola Concia. "Le quote - ha affermato fra l'altro in un appassionato intervento la presidente Fli della commissione Giustizia Giulia Bongiorno - sono oggi necessarie ma per prime le donne sanno e devono impegnarsi perchè siano transitorie e limitate: un momento di mero passaggio". "Io sono al di là delle quote rosa, sarei favorevole delle quote azzurre, quelle maschili: trovo le quote avvilenti", ha voluto mettere agli atti per parte sua Alessandra Mussolini. Senza mancare di chiedere ai tre questori tutti maschi della Camera di "dare l'esempio" e consentire anche nel loro ufficio "un riequilibrio di genere".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd, Orfini: dopo Emiliano spero ci ripensino Rossi e Speranza
Pd
Speranza: Emiliano resta nel Partito di Renzi, noi no
Pd
Pd, Emiliano: non faccio a Renzi il favore della scissione
Pd
Di Maio (M5s): elettori Pd disorientati, guardano a noi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Carnevale, allarme dermatologi: attenzione a trucchi e maschere
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
150 ettari oliveto sul mare a Menfi, prende vita progetto Planeta
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Una legge per istituire la Giornata del risparmio energetico
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
Spazio, astronauti italiani e cinesi lavoreranno fianco a fianco
TechnoFun
La Cina leader nel mondo delle app per abbellire i selfie
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech